22 agosto 2019

Sport

Chiudi

07.07.2019

Sorpresa in volata La prima gialla va a Teunissen

Mike Teunissen del team Jumbo Visma in maglia gialla
Mike Teunissen del team Jumbo Visma in maglia gialla

La maglia gialla di leader del Tour de France torna in Olanda dopo 30 anni dall’ultima volta che era stata indossata da un ’tulipanò sui pedali. Nel 1989 fu Erik Breukink, il vincitore della terrificante tappa con la tormenta sul Gavia al Giro d’Italia 1988, stavolta ci ha pensato il ciclocrossista Mike Teunissen a indossarla. L’olandesino della Jumbo-Visma ha battuto al fotofinish, dopo uno sprint interminabile nel cuore di Bruxelles, Peter Sagan. Non uno qualunque. Lo slovacco c’è rimasto male, ma non è certo la prima volta che si piazza al Tour de France in una volata. Il suo obiettivo, come ogni anno, è di portare a casa la maglia verde della classifica a punti: il pluriridato sembra essere partito col piede giusto in questa 106/a edizione. Chi invece sembra essere partito sotto una cattiva stella è Jokob Fuglsang, uno dei favoriti quantomeno per il podio di Parigi. Il danese è stato coinvolto in una caduta a circa 17 chilometri dal traguardo, spaccandosi l’arcata sopraccigliare destra e giungendo al traguardo con il volto pieno di sangue. Un’immagine impressionante, ma anche uno sforzo notevole per il corridore dell’Astana, che è stata costretto - con l’aiuto della squadra schierata al completo - a inseguire il gruppo che preparava lo sprint, chiedendosi se domani proseguirà l’avventura. Cattivi presagi anche per Vincenzo Nibali: nella stessa caduta, infatti, è finito a terra il suo fido e conterraneo Damiano Caruso, che si è rialzato claudicante dopo avere preso una violenta botta sul gluteo sinistro. Con i pantaloncini strappati, una vasta ecchimosi per il trauma contusivo sulla gamba sinistra, il corridore siciliano è comunque riuscito ad accodarsi al treno Astana ed è arrivato fino al traguardo. Anche per lui si profila una notte tormentata. Delusione in casa Italia, perché gli uomini-jet azzurri si sono dovuti accontentare delle posizioni di rincalzo: Giacomo Nizzolo si è piazzato al quarto posto, Sonny Colbrelli al quinto, Matteo Trentin al settimo ed Elia Viviani è finitio soltanto nono. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1