07 aprile 2020

Sport

Chiudi

12.02.2020

Si alza il sipario sulla SF1000 «La Ferrari ha fame di vittorie»

La presentazione della Ferrari SF1000 è stata fatta per la prima volta fuori da Maranello
La presentazione della Ferrari SF1000 è stata fatta per la prima volta fuori da Maranello

Si chiama SF1000 la nuova monoposto della Ferrari per la stagione 2020 di Formula Uno. La nuova macchina che sarà guidata dai piloti Sebastian Vettel e Charles Leclerc è stata svelata al Teatro Valli di Reggio Emilia. Il suo nome è un tributo al traguardo dei 1000 Gran Premi disputati dalla Scuderia, un traguardo che verrà raggiunto alla nona gara del campionato. Il presidente John Elkan non ha nascosto le ambizioni sue e della squadra: «È la prima volta che ci presentiamo fuori da Maranello e siamo orgogliosi di farlo in questo luogo simbolico per il il nostro Paese che siamo orgogliosi di rappresentare nel mondo», ha detto. «È il campionato in cui disputeremo il millesimo Gp, la fame di vittoria è sempre enorme. Sappiamo quanto la competizione sia forte, ma questo è una sfida per fare sempre di più». E ha aggiunto che «la Ferrari ha dato il massimo quando è stata coesa». «Per la squadra sarà un anno particolare perché affronteremo insieme sia la sfida del 2020 che quella del 2021 che presenterà moltissime novità epocali. In vista del prossimo campionato lavoreremo soprattutto sull’affidabilità che è stato il nostro tallone d’Achille lo scorso anno», ha aggiunto il team principal Ferrari Mattia Binotto nel corso della presentazione della monoposto. «Presentare una nuova vettura è sempre un’emozione», ha aggiunto. «Enzo Ferrari diceva “chiedete a un bimbo di disegnare una macchina e la farà rossa“. Ed è questa emozione che ci porta al lavoro per progettare e assemblare la macchina. È un anno con tante cose da celebrare: i 70 anni della F1, i 1000 Gp della Ferrari. Noi ci siamo sempre stati e siamo orgogliosi di questo. La competizione fa parte del nostro Dna. Questa è la sessantaseiesima vettura della Scuderia, frutto di lavoro e sacrificio». Sebastian Vettel, uno dei due piloti del Cavallino, sottolinea: «È fantastica, è anche un pò più rossa. È un traguardo incredibile frutto di tante ore di lavoro, si vedono le differenze rispetto a quella dell’anno scorso, soprattutto nel retro che è molto più ristretto, non vedo l’ora di guidarla». Il pilota tedesco ha aggiunto: «Facciamo grande affidamento su tutte le persone che lavorano a Maranello, dobbiamo avere un pò di pazienza». Da un pilota a un altro. Charles Leclerc aggiunge: «Mi sono preparato fisicamente tantissimo, sono stato in montagna per preparare la stagione al meglio. Mi sono preparato anche mentalmente, provo a dare il meglio», ha spiegato. «Ho lavorato con la squadra per la migliore auto possibile, voglio imparare dai miei errori ed essere un pilota migliore dello scorso anno». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno