23 agosto 2019

Sport

Chiudi

10.03.2019

Twickenham costa cara all’Italrugby

Il Ct azzurro Conor O’Shea
Il Ct azzurro Conor O’Shea

Quattro su quattro: servirà una grande prestazione tra una settimana all’Olimpico, contro la Francia, nell’ultimo turno del Sei Nazioni 2019, per evitare all’Italrugby l’umiliazione del cucchiaio di legno. Un trofeo virtuale assai poco prestigioso che però al momento gli azzurri del ct O’Shea meritano in pieno, visto che, dopo i ko contro Scozia, Galles e Irlanda, cadono pesantemente a Twickenham per mano dell’Inghilterra, vincenti con un eloquente 57-14. Per l’Italia le cose si mettono subito male perchè i «leoni bianchi», dopo soli 8’, firmano la prima meta dell’incontro, vincendo una touche e consentendo a George di schiacciare l’ovale oltre la linea bianca. Gli azzurri però sono bravi a reagire con prontezza, pareggiando i conti all’11’: fa tutto Allan, che sfrutta il lavoro di Morisi per depositare in meta e infilare il calcio del 7-7. Il match però, di fatto, termina qui. Perché il XV di Jones, dopo la batosta col Galles, non regala più nemmeno un centimetro di prato. Finale dunque in pesantecrescendo con l’ultima trasformazione di Ford che equivale al 57-14 finale per i «maestri» in bianco.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1