15 settembre 2019

Sport

Chiudi

29.04.2019

Rangers massacrati dalla capolista

Terminata la stagione regolare i Rangers dovranno ora disputare il mini girone salvezza.   ARCHIVIO
Terminata la stagione regolare i Rangers dovranno ora disputare il mini girone salvezza. ARCHIVIO

Alessandro Benigno COLORNO (PR) Termina con una pesante sconfitta contro la capolista Colorno la stagione regolare dei Rangers. Di 62-7 il risultato finale, a conclusione di una sfida senza nulla in palio, se non l’onore. Ma, al netto della retorica sportiva, di fatto entrambe le squadre sono scese in campo con la testa altrove. I padroni di casa, verso Roma, città dell’Unione Rugby Capitolina prossima avversaria che dovranno affrontare in una duplice sfida per concretizzare la loro ambizione di fare il salto in Pro12; i biancorossi, verso il mini-girone con il Torino e i laziali della Primavera, nel quale Santinello e compagni dovranno battagliare e imporsi per non retrocedere. Una sfida, quindi, tra due formazioni che prima di andare in vacanza cercheranno di centrare il loro obiettivo stagionale. E sempre di gloria o amarezza si tratterà. Strade mediane non saranno percorribili. Quella del Vicenza è stata un’annata caratterizzata da più ombre che luci, nata sotto una cattiva stella e mai raddrizzatasi. Vuoi l’inesperienza di un organico giovane, vuoi le insidie legate agli infortuni e alle domeniche “storte”, in cui le sconfitte sono state il frutto di un episodio sfavorevole. Ma ore le chiacchiere stanno zero, come gli alibi. Ora i biancorossi dovranno tirare fuori grinta e orgoglio per riconfermarsi in serie A. La partita di sabato in terra parmense è stata a senso unico. Una vera e propria sgambata per il Colorno. La compagine di casa si porta in vantaggio al 2’ con la meta di Terzi. Cozzi trasforma. Al 7’ tocca a Delnevo schiacciare l’ovale. Al 12’ e al 19’ le mete fotocopia di Buondonno trasformate da Cozzi. Dopo nemmeno venti minuti, dunque, il Colorno mette nel sacco il bonus offensivo. Al 26’ Cozzi marca e trasforma. Al 28’ Canni sfonda la retroguardia avversaria e sigla la sesta meta. Al 35’ ancora Cozzi trasforma dalla piazzola la meta rifilata ai Rangers da Scalvi e al 40’ quella di Piccioli, designato Man of the Match. Sul 52-0 il direttore di gara concede la pausa. Nella ripresa il Colorno sembra alzare un po’ il piede dall’acceleratore. Al 51’ di nuovo Delnevo e al 65’ Perrone. Al 74’ la meta della bandiera del Vicenza con Gallinaro. Cipriani trasforma. Game over. Domenica 5 maggio alle 15.30 la prima sfida playout dei biancorossi sul campo del Torino. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Benigno
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Ambrosiana
9
Cartigliano
9
Cjarlins Muzane
6
Caldiero
6
Luparense
5
Union Clodiense Chioggia
5
Legnago Salus
5
Adriese
5
Belluno
5
Chions
4
Montebelluna
3
Campodarsego
3
Feltre
2
Mestre
2
Este
2
Delta Rovigo
2
San Luigi
1
Tamai
1
Villafranca Vr
1
Vigasio
0
Adriese - Este
1-0
Ambrosiana - Vigasio
2-0
Belluno - Tamai
2-1
Caldiero - Villafranca Vr
1-0
Campodarsego - Delta Rovigo
0-0
Cartigliano - Feltre
2-1
Chions - Mestre
2-2
Legnago Salus - Montebelluna
0-0
Luparense - San Luigi
1-1
Union Clodiense Chioggia - Cjarlins Muzane
2-0