17 settembre 2019

Sport

Chiudi

08.04.2019

Rangers, giocare bene non è sufficiente

Una bella prova nonostante la sconfitta per i Rangers sul campo del Petrarca Padova
Una bella prova nonostante la sconfitta per i Rangers sul campo del Petrarca Padova

Alessandro Benigno PADOVA Mancò la fortuna, non il valore. Aggiungiamoci anche la risaputa superiorità degli avversari, ed ecco quindi che il risultato in terra patavina si spiega. I Rangers perdono sul manto del Petrarca per 34-26 ma non dopo aver dato vita a una buona prestazione di carattere, grinta e determinazione. Senza sfigurare, tutt’altro. Si è trattato di una buona prestazione da confermare e affinare, dunque, in vista dei play out di maggio. Play out che a questo punto si presentano come una conferma, vista la matematica retrocessione in serie B del Brescia, che sarà il prossimo avversario dei Rangers, e che è stato sconfitto in casa con il pesante punteggio di 61-7 dalla capolista Colorno. E a due giornate dalla fine della stagione regolare, per quanto espresso dai ragazzi di coach Rampazzo, al netto del risultato sfavorevole, l’ottimismo per salvare l’annata, e quindi salvarsi, non manca nemmeno dopo quest’ultimo risultato negativo. Quella disputata al “Geremia” di Padova, infatti, è stata una gara frizzante, appagante per il pubblico. Nove le metesegnate in totale, quattro a firma Vicenza che ottiene il bonus mete. I padroni di casa si portano in vantaggio dopo due minuti dall’inizio con il calcio piazzato di Graney. Al 13’ ancora Graney trasforma la meta di Caione: è il 10-0. I biancorossi non si perdono comunque d’animo e giocano a viso aperto, accorciando le distanze al 18’ con la meta di Cipriani, trasformata dallo stesso numero 9. Al 29’ a schiacciare l’ovale è Belluzzo, mentre al 31’ tocca a D’Incà, con Graney che infila l’acca dalla piazzola, come quattro minuti più tardi per suggellare la meta di Belluzzo. Il primo tempo si chiude così sul 27-7 per il Petrarca. Nella ripresa i Rangers alzano l’asticella e fanno ben comprendere alla compagine guidata da Salvan che non hanno la minima intenzione di tirare i remi in barca. Al 42’ va in meta Nicoli, Cipriani trasforma. Al minuto 55 è il turno di Sattin, Graney trasforma. Negli ultimi minuti King e compagni aumentano la pressione, con i padovani che non sempre riescono a contenerli. Come al 70’, quando a segnare pesante ci pensa Meneguzzo. Al 78’ la meta di Piantella, trasformata da Cipriani, fissa il risultato finale. Game over. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Benigno
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cartigliano
10
Ambrosiana
9
Cjarlins Muzane
9
Union Clodiense Chioggia
8
Legnago Salus
8
Luparense
6
Campodarsego
6
Adriese
6
Caldiero
6
Belluno
5
Delta Rovigo
5
Chions
4
Montebelluna
4
Villafranca Vr
4
Feltre
3
Vigasio
3
Mestre
2
Este
2
Tamai
2
San Luigi
1
Montebelluna - Cartigliano
1-1
Cjarlins Muzane - Ambrosiana
2-1
Delta Rovigo - Belluno
2-1
Este - Campodarsego
1-3
Mestre - Legnago Salus
2-3
San Luigi - Union Clodiense Chioggia
1-6
Tamai - Luparense
3-3
Feltre - Adriese
1-1
Vigasio - Caldiero
2-0
Villafranca Vr - Chions
2-0