06 dicembre 2019

Sport

Chiudi

11.11.2019

Non solo giocatori I Rangers aiutano dei futuri ingegneri

Gli studenti Leonardo Poletto, Tommaso Menegaldo, Ivan Francescato e Pietro Piantella. COLORFOTOLo studio aiuta a “portare in alto“ i risultati sportivi. FOTO LAZZAROTTO
Gli studenti Leonardo Poletto, Tommaso Menegaldo, Ivan Francescato e Pietro Piantella. COLORFOTOLo studio aiuta a “portare in alto“ i risultati sportivi. FOTO LAZZAROTTO

Gli All Blacks affermano un concetto molto semplice ma nello stesso tempo dirompente: Good man, Good player. I Rangers Vicenza ne sono convinti e credono che il lavoro sull’aspetto formativo dei propri tesserati abbia una ricaduta positiva nella crescita individuale e nella prestazione sportiva. Tant’è che hanno istituto una borsa di studio per alcuni giovani rugbisti del First XV. A spiegare l’iniziativa, il direttore tecnico Fabio Coppo. Di che cosa si tratta? «È un’iniziativa di sostegno ai nostri atleti che intraprendono gli studi universitari a Vicenza, nella convinzione che sia importantissima sia la parte formativa, sia quella sportiva. Così i ragazzi possono coprire le spese universitarie e altre piccole esigenze da studenti fuori sede. Crediamo nel paradosso che mettere la formazione scolastica prima di quella sportiva porti ad avere una performance più alta sul campo di chi crede solamente di “vivere” di rugby». Chi sono i giocatori che ne beneficiano? «Quest’anno sono quattro: Pietro Piantella, Leonardo Poletto, Tommaso Menegaldo e Ivan Francescato. Studiano tutti ingegneria gestionale. Pietro è nato e cresciuto nelle nostre giovanili; dopo un anno in Accademia nazionale ha deciso di ritornare a Vicenza per studiare, anche a fronte di numerose proposte di squadre di Top 12, e la nostra società ha deciso di sostenere e valorizzare questa scelta. Leonardo e Tommaso provengono dalle giovanili del Benetton mentre Ivan dalle giovanili della Tarvisium. Giocano terza linea, trequarti e Ivan mediano di mischia come il suo illustre zio». Dove nasce l’idea della borsa di studio? «Crediamo fortemente che sostenere chi sceglie di studiare sia un ottimo investimento. Questa nostra convinzione è stata condivisa con grande entusiasmo sia dai nostri partner sia dai giocatori sia dalle loro famiglie. Abbiamo condiviso questa nostra iniziativa con la governance dell’università e siamo sempre in contatto con il direttore della Fondazione Carlo Terrin che “monitora” i nostri atleti. Tra l’altro hanno tutti medie-voto molto alte». E per i ragazzi delle categorie giovanili avete altre iniziative per onciliazire studio e sport? «Anche nel settore giovanile allenatori ed educatori tengono monitorati i risultati scolastici. Con i ragazzi più giovani ci sono stati momenti di sostegno didattico durante le vacanze». Chi si occupa di formare i vostri formatori? «Con il dottor Ricardo Goldstein, specializzando in psicologia dello sport, che è parte integrante dello staff del Vicenza, interveniamo con progetti di sostegno per la gestione della tensione o della motivazione verso gli atleti e di collaborazione per la gestione del gruppo verso gli allenatori». Alcuni vostri giovani sono protagonisti in Accademia federale. Come si stanno comportando? «Siamo molto soddisfatti, proprio perché per arrivare a quei livelli la disciplina è fondamentale. Mai come nel nostro sport il talento va allenato costantemente, in campo e fuori dal campo. Quest’anno abbiamo Nicola Piantella e Andrea Zamboni in Accademia nazionale, entrambi convocati per le selezioni Under 20, dalle quali è appena uscito Luca Franceschetto (ora in forza al Petrarca in Top 12, ndr) e Paul Marie Foroncelli nell’Accademia di Treviso, la più prestigiosa del rugby giovanile italiano». Ora mancano solo i risultati sul campo... «Il settore giovanile ha acquisito in questi anni un metodo adeguato e di buon livello grazie all’impegno di tecnici, dirigenti e genitori. Sicuramente siamo il sistema di formazione più performante della provincia, ora dobbiamo aumentare i nostri tesserati e mantenere, se non migliorare, i nostri livelli». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Benigno
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
37
Cartigliano
31
Adriese
28
Feltre
27
Legnago Salus
27
Mestre
26
Luparense
25
Ambrosiana
25
Union Clodiense Chioggia
25
Cjarlins Muzane
24
Este
22
Belluno
21
Delta Rovigo
21
Montebelluna
20
Chions
19
Caldiero
18
Villafranca Vr
14
Tamai
10
Vigasio
7
San Luigi
6
Adriese - Cartigliano
3-1
Ambrosiana - Mestre
3-0
Belluno - Chions
4-1
Campodarsego - Legnago Salus
3-0
Cjarlins Muzane - Montebelluna
1-2
Luparense - Caldiero
2-1
San Luigi - Feltre
0-7
Tamai - Este
2-0
Union Clodiense Chioggia - Villafranca Vr
2-2
Vigasio - Delta Rovigo
1-3