21 gennaio 2020

Nuoto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Nuoto

14.12.2019

Sul trono dei 400 misti il re è ancora Matteazzi

Pier Andrea Matteazzi
Pier Andrea Matteazzi

Ai campionati italiani Assoluti invernali in vasca lunga arriva il primo oro vicentino. A conquistarlo è Pier Andrea Matteazzi, che si conferma il re dei 400 misti al termine di una finale emozionante e incerta fino all’ultima bracciata. Era chiaro fin dalle batterie della mattinata che la lotta per il titolo italiano sarebbe stata una questione a due fra il 22enne vicentino e il romano dell’Aniene Lorenzo Tarocchi. Le batterie avevano visto Matteazzi far segnare il miglior tempo con 4’23”05 e Tarocchi il secondo con 4'23”92; più indietro tutti gli altri, con Massimiliano Matteazzi fuori dalla finale A con il deludente crono di 4'31”18 e primo degli esclusi. Proprio il fratello di Pier Andrea si toglie almeno la soddisfazione di vincere, o meglio dominare, la finale B con un tempo decisamente migliore, 4’21”81. Tempo che sarebbe valso addirittura il terzo posto nella finale A, e quindi la medaglia di bronzo. La finale A vede la partenza sprint del napoletano Pietro Sarpe che va a virare al comando al termine della prima vasca in 28” netti seguito da Tarocchi. Matteazzi è solo sesto, ma dalla seconda vasca la gara prende la piega prevista con Tarocchi e Matteazzi a far gara a parte. Al comando a dettare il ritmo è sempre Tarocchi, ma Pier è lì. Il 24enne romano ha 57/100 di vantaggio ai 100 metri e addirittura 1”54 ai 200. Il vicentino non ci sta e recupera lo svantaggio che diminuisce a 95/100 ai 300 metri. Matteazzi aumenta ancora il ritmo delle bracciate a stile recuperando ben 1”20 nelle ultime due vasche e andando a vincere la medaglia d'oro e il titolo dei 400 misti in 4’17”53 bissando così quello primaverile vinto ad aprile sempre a Riccione. CECCON OTTAVO. In una finale della seconda giornata c’è anche un altro vicentino: Thomas Ceccon. Il 18enne della Leosport si guadagna l’accesso chiudendo al terzo posto la quarta batteria dei 100 stile in 49”56 alle spalle di Alessandro Miressi (48”96) e Manuel Frigo (49”50). In finale il campione di Magrè si migliora di 26 centesimi, ma con 49”30 non va oltre l’ottavo posto nella gara vinta dal torinese Miressi in 48”22 davanti a Ivano Vendrame (Larus), argento in 48”38 e al romano Santo Condorelli, bronzo in 48”55. Si conclude invece in batteria l’avventura di Paolo Conte Bonin. Il diciassettenne di Tezze sul Brenta è sesto in 50”83 nella seconda batteria vinta da Vendrame e poi terzo nella finale B in 50”40. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonio Simeone
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
48
Legnago Salus
41
Ambrosiana
38
Cartigliano
38
Luparense
37
Adriese
37
Union Clodiense Chioggia
37
Mestre
35
Feltre
34
Cjarlins Muzane
34
Este
32
Caldiero
31
Chions
30
Delta Rovigo
30
Belluno
27
Montebelluna
26
Vigasio
20
Villafranca Vr
17
San Luigi
17
Tamai
16
Adriese - Feltre
1-0
Ambrosiana - Cjarlins Muzane
3-0
Belluno - Delta Rovigo
1-2
Caldiero - Vigasio
2-1
Campodarsego - Este
2-2
Cartigliano - Montebelluna
1-1
Chions - Villafranca Vr
0-0
Legnago Salus - Mestre
0-0
Luparense - Tamai
1-0
Union Clodiense Chioggia - San Luigi
2-2