25 gennaio 2020

Nuoto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Nuoto

15.12.2019

Ceccon, una farfalla d’oro I big azzurri restano dietro

Thomas Ceccon ha festeggiato a Riccione un altro titolo assoluto
Thomas Ceccon ha festeggiato a Riccione un altro titolo assoluto

Non poteva certo mancare la sua firma agli Italiani Assoluti. E dopo la splendida vittoria nei 400 misti di Pier Andrea Matteazzi di venerdì, ecco il secondo oro vicentino agli Assoluti invernali in vasca lunga di Riccione. La firma, naturalmente, è quella di Thomas Ceccon (Fiamme Oro / Leosport Creazzo). Il diciottenne di Magrè si impone nella finale 50 farfalla dove si permette il lusso di battere i big azzurri della specialità, su tutti Piero Codia, il recordman italiano con 23”21. La gara sprint della farfalla vede Ceccon volare davanti a tutti e vincere il suo ennesimo titolo italiano assoluto con il tempo di 23”63, davanti a Codia (23”72) e a Matteo Rivolta (23”78), l’altro atleta della Canottieri Aniene. L’ennesima conferma di un Ceccon ormai in piena fiducia e capace di imporsi anche in gare che non sono propriamente la sua, anche se le sue qualità di farfallista veloce non sono ormai una novità. Con questo oro Thomas aggiunge una nuova gara al suo palmarès di titoli assoluti dopo i 50 e i 100 dorso e i 200 misti. Un’impresa riuscita a pochi nella storia del nuoto italiano. GLI ALTRI VICENTINI. Dopo i 50 farfalla di Ceccon, la gara più attesa della terza e ultima giornata degli Assoluti Invernali allo Stadio del Nuoto di Riccione erano i 200 misti. Questi ultimi orfani di Thomas che aveva fatto una scelta diversa per questi campionati italiani, ma con i fratelli Matteazzi. Pier Andrea (Esercito) era reduce dal trionfo nei 400 misti, mentre Massimiliano (In Sport Rane Rosse), sempre nei 400 misti, aveva vinto il giorno prima la finale B con un tempo che gli sarebbe valso addirittura la medaglia di bronzo nella finale principale. In batteria i due fratelli cresciuti al Nuoto Vicenza ottengono il nono (2’05”10, Pier) e il decimo (2'05”52, Massimiliano) tempo qualificandosi solo per la finale B. E qui Masismiliano si mangia ancora le mani, perché va a vincere la finalina in 2’01”29 tempo che sarebbe valso come nei 400 la medaglia di bronzo dietro ad Alberto Razzetti, oro in 2’00”09, e Lorenzo Glessi, argento in 2’01”19. Alle spalle di Massimiliano, nella finale B, c’è il fratello Pier Andrea che chiude secondo in 2’03”83. Disputa una finale B, infine, anche Edoardo Bressan. Nei 200 rana, il diciassettenne del Nuoto Vicenza fa segnare in batteria il decimo tempo con 2’19”24 che gli vale la finale B dove poi è quinto in 2’18”98. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonio Simeone
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
48
Legnago Salus
41
Ambrosiana
38
Cartigliano
38
Luparense
37
Adriese
37
Union Clodiense Chioggia
37
Mestre
35
Feltre
34
Cjarlins Muzane
34
Este
32
Caldiero
31
Chions
30
Delta Rovigo
30
Belluno
27
Montebelluna
26
Vigasio
20
Villafranca Vr
17
San Luigi
17
Tamai
16
Adriese - Feltre
1-0
Ambrosiana - Cjarlins Muzane
3-0
Belluno - Delta Rovigo
1-2
Caldiero - Vigasio
2-1
Campodarsego - Este
2-2
Cartigliano - Montebelluna
1-1
Chions - Villafranca Vr
0-0
Legnago Salus - Mestre
0-0
Luparense - Tamai
1-0
Union Clodiense Chioggia - San Luigi
2-2