15 dicembre 2019

Motori

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Motori

10.06.2019

Spasiba Cervellin Con il quinto posto entra nella top ten

Michele Cervellin in azione nella tappa russa del Mondiale. MESSORA
Michele Cervellin in azione nella tappa russa del Mondiale. MESSORA

Per Michele Cervellin la tappa russa del Mondiale, ottava della serie, si conclude col miglior risultato stagionale: quinto posto. E col suo ingresso nella top ten della classifica complessiva visto che risale al decimo rango. Finalmente per il crossista delle Fiamme Oro la posizione occupata si riflette su quella di gara, fatto in pratica mai accaduto in precedenza. «Col mio team dobbiamo riuscire ad alzare un po’ il limite “di sopportazione” del n propulsore – confidava alla vigilia della partenza per le sponde del Mar Nero – così potrò chiedere tutto alla moto dal primo all’ultimo giro». Sulla pista di Orlyonok le cose si erano messe sulla strada giusta fin dalla vigilia per cui la fiducia sua, del team e del suo fan club radunato a Chiuppano era cresciuta. Prima manche combattutissima fino alla fine per i big con l’iberico Jorge Prado svelto ad assestare il colpo di reni sui suoi più diretti avversari Thomas Kjer Olsen, danese su Husqvarna, e Jagg Geerts, belga in sella alla Yamaha. Staccati gli altri. Il vicentino mette a segno un nono posto a 34” dal battistrada capofila del campionato. Per i primi tre della gara d’avvio la replica è una sorta di fotocopia con Prado a fulminare ancora Olsen e Geerts nell’arco di tre secondi. Cervellin è quarto, primo degli inseguitori di questo terzetto ormai avviato ad emergere sempre più nel panorama della “due e mezzo”. La classifica di giornata registra quindi il successo pieno di Prado e della sua Ktm, il quarto di fila, davanti al danese dell’Husqvarna e al belga targato Yamaha. A seguire si rivede nei quartieri alti il transalpino Tom Vialle (Ktm) poi c’è il chiuppanese. Con questo bel piazzamento cancella anche il brutto ricordo di una sua precedente prestazione in terra russa quando, dopo una caduta, gli medicarono il braccio o con sistemi di fortuna. La graduatoria pone Prado a quota 347. Venti punti sotto insegue Olsen. A 257 Geerts. Il pilota berico della Yamaha è decimo con 132. Nel suo mirino possono starci l’olandese Davy Pootjes (157) e il britannico Adam Sterry (169). Soprattutto se il suo team riuscirà a mantenere, o possibilmente migliorare, il rendimento del motore Yamaha. •

Renato Angonese
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
39
Legnago Salus
33
Cartigliano
32
Adriese
31
Ambrosiana
31
Feltre
30
Mestre
30
Cjarlins Muzane
30
Union Clodiense Chioggia
29
Luparense
25
Delta Rovigo
24
Belluno
24
Montebelluna
24
Este
22
Chions
22
Caldiero
20
Villafranca Vr
14
Tamai
10
Vigasio
10
San Luigi
9
Adriese - Villafranca Vr
5-1
Ambrosiana - Delta Rovigo
2-1
Belluno - Montebelluna
0-1
Campodarsego - Mestre
0-0
Cartigliano - Caldiero
1-1
Cjarlins Muzane - Tamai
2-1
Legnago Salus - Chions
2-0
Luparense - Feltre
2-3
San Luigi - Vigasio
3-2
Union Clodiense Chioggia - Este
2-1