13 novembre 2019

Motori

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Motori

07.10.2019

Marquez vince in Thailandia ed è campione del mondo

Marc Marquez pilota della Honda Team festeggia l’ottavo titolo mondiale dopo la vittoria in ThailandiaFabio Quartararo, Yamaha
Marc Marquez pilota della Honda Team festeggia l’ottavo titolo mondiale dopo la vittoria in ThailandiaFabio Quartararo, Yamaha

ROMA Il «cannibale» ha vinto ancora. Marc Marquez conquista anche la Thailandia e porta a casa l’ottavo titolo in motomondiale della carriera, il sesto in MotoGp, il quarto di fila nella classe regina. Ci è riuscito vincendo sulla pista di Buriram, 15° appuntamento stagionale, confermando una supremazia inequivocabile che lo proietta nell’Olimpo dei più grandi di sempre, insieme a Giacomo Agostini (15 titoli), Angel Nieto (13), Valentino Rossi e Mike Hailwood (9). «Adesso sono a quota otto», ha dichiarato il campione del mondo intervistato dall’emittente Sky, «e proverò ad andare oltre, ma ogni anno è diverso. Arrivare a vincere 15 Mondiali? No, penso di no. È impossibile, non sono Superman». «Oggi ho pensato solo a vincere, senza fare calcoli o pensare alla classifica», ha dichiarato il fuoriclasse spagnolo a fine corsa e così è stato, arrivando puntuale per primo sotto la bandiera a scacchi per conquistare una vittoria per tanti versi annunciata: per la classe del pilota e lo strapotere della sua Honda, davvero imprendibile sull’allungo. A Marquez non sarebbe bastato arrivare secondo oggi, senza correre rischi di caduta nello spalla a spalla con l’arrembante Quartararo negli ultimi due giri: voleva vincere e così è stato. Niente calcolatrice, insomma (anche se allo spagnolo sarebbe bastato guadagnare appena due punti su Dovizioso) e a «tutta manetta» anche a Buriram dove il numero 93 della Honda parte subito all’attacco, dietro solo al francesino della Yamaha non ufficiale che presto staccano tutti per una gara a due che durerà fino all’ultima curva. Attendista e programmatore per gran parte della corsa, Marquez è stato letale quando è servito, con l’ultima staccata a poche centinaia di metri dal traguardo che non ha ammesso repliche da parte di un Quartararo, comunque grandissimo e predestinato. «Quartararo è stato strepitoso, ci ha provato anche all’ultima curva dell’ultimo giro», ha dichiarato infatti Marquez a Sky «È molto forte e l’anno prossimo sarà ancora più forte». «Lui è un campione del mondo», ha detto invece Quartararo, «ma oggi l’ho portato al limite anche se non ce l’ho fatta. Spero di conquistare la mia prima vittoria entro la fine dell’anno». E dietro? il vuoto, con Maverick Viñales, terzo, e Andrea Dovizioso quarto a 11 secondi. Poi, via via Alex Rins (5°), Franco Morbidelli (6°), Joan Mir (7°), Valentino Rossi, 8° e mai in gara per il podio. La gara, come detto, si è limitata al botta e risposta tra Marquez e il «poleman» Quartararo, scattato subito in testa, entrambi tallonati dal pilota Honda che già al secondo giro ha portato il primo attacco, ma è andato lungo e il francesino ne ha approfittato. Va avanti così per gran parte di gara, con il trio italiano Dovizioso, Morbidelli e Rossi) che cercano di avvicinarsi a Vinales. A un certo punto, Quartararo arriva ad avere alcuni decimi di vantaggio su Marquez che però non molla e aspetta solo il momento giusto per la «graffiata» decisiva. Marquez ci prova quando mancano 4 e 3 giri al termine ma i due attacchi in staccata non vanno a buon fine. Ma da «cannibale» qual è, a Marquez è bastato solo aspettare. E così è stato ed è giusto così per celebrare chi ha dominato e monopolizzato la stagione del motomondiale: difficile pensare, d’altronde, che qualcuno potesse oggi rovinargli la festa. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
28
Adriese
25
Cartigliano
25
Luparense
21
Union Clodiense Chioggia
21
Legnago Salus
21
Cjarlins Muzane
21
Mestre
20
Feltre
20
Chions
19
Ambrosiana
18
Caldiero
17
Este
16
Belluno
15
Montebelluna
14
Delta Rovigo
14
Villafranca Vr
12
Tamai
7
Vigasio
7
San Luigi
6
Adriese - Vigasio
3-1
Caldiero - Union Clodiense Chioggia
0-1
Montebelluna - San Luigi
1-1
Cartigliano - Campodarsego
1-3
Chions - Luparense
1-1
Este - Delta Rovigo
0-0
Legnago Salus - Belluno
3-0
Mestre - Cjarlins Muzane
3-1
Feltre - Tamai
0-1
Villafranca Vr - Ambrosiana
2-4