18 giugno 2019

Motori

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Motori

20.05.2019

Il Grifo è una corsa da... navigatori E la Fabia non ha paura dell’acqua

La Skoda Fabia di Alessandro Battaglin e Selena Pagliarini ha duellato con  Marchioro-Marchetti
La Skoda Fabia di Alessandro Battaglin e Selena Pagliarini ha duellato con Marchioro-Marchetti

Roberto Cristiano Baggio CHIAMPO Una gara per offshore ma sulla linea di partenza solo auto! La pioggia ha battuto il Rally del Grifo senza dare un attimo di respiro, mettendo in difficoltà piloti e mezzi. Strade invase dall’acqua, scivolosissime e insidiose, con trabocchetti ad ogni curva. I concorrenti, però, hanno saputo affrontare le prove speciali senza lesinare sull'acceleratore . Ne è uscito un rally spettacolare e selettivo che ha premiato le doti di Nicolò Marchioro, in coppia con Marchetti, equilibrista temprato da tante vittoriose sfide sulla terra. Con la Skoda Fabia R5 ha un feeling incredibile e si permette confidenze che altri non osano. Che poi la macchina ceca sia quella più performante, in questo momento, è ribadito anche dalla graduatoria generale: quattro Fabia ai primi quattro posti. Marchioro è partito subito veloce, vincendo la prima speciale, sabato sera, sui 7.50 km della Nogarole. Alessandro Battaglin, al debutto con una R5, ritrovata sul sedile di destra Selena Pagliarini, gli ha risposto per le rime sulla seconda, Altissimo. Il padovano ha però imposto il suo ritmo e ha chiuso la prima parte del Grifo al comando. Ieri mattina, alla ripresa delle ostilità, annullato dal direttore di gara il primo passaggio di Quargnenta, Marchioro ha preso il largo, infilando tutti i settori cronometrati con una progressione irresistibile. Battaglin ha cercato di rimanere sulla sua scia ma quando ha capito che con il battistrada non ci sarebbe stata partita, ha preferito saggiamente controllare il resto della truppa difendendo con orgoglio il secondo posto. «In tanti anni di gare – ha ammesso il marosticense all'arrivo – non mi era mai capitato di correre sotto un diluvio del genere. Conoscendo poco la macchina ho preferito evitare rischi. Sono convinto che con l'asfalto asciutto mi sarei giocato la vittoria». Sul gradino più basso del podio è salito Cocco – Christian Buccino il navigatore – in lotta sino alla bandierina a scacchi con il padovano Lovisetto per l’occasione coadiuvato da Tessaro. Enrico Molo, ingaggiata battaglia con Griso, è salito al quinto posto quando il vicentino, in coppia con Pietro Ometto, ha preferito fermarsi dopo una libera.., uscita. “Figlio d'arte”, Molo ha interrotto l’egemonia della Skoda con la Peugeot 208, prendendosi la soddisfazione di vincere la classe R2B assieme al compagno d'avventura Cumerlato. Villardi-Guglielmi, pure loro su Peugeot 208, hanno preceduto al sesto posto Caliaro-Andrian (Renault Clio) e Pellizzaro-Melotti (Peugeot 208). La top ten è stata completata da Panato-Zandonà (Skoda Fabia) e Longo-Gugole, primi del gruppo A con una Mitsubishi Lancer Evo VI. Nel Grifo storico i veronesi Sterza-Lucchi, Renault R5 GT, hanno dominato, complice anche l’uscita di scena anzitempo di Paolo e Giulio Nodari, traditi da una valvola della loro Bmw M3 dopo aver vinto la speciale d’apertura. Piazza d'onore per i bassanesi Iccolti-Ferrarelli su Porsche 911 RS, costretti a “remare” sui rigoli d'acqua. Bronzo, infine, per i sorprendenti Baron-Corradini su Golf Gti, in lotta dall'inizio alla fine con la Citroen Ax di Santagiuliana-Valerio.Quinti Ruggeri-Marzi su Fiat 127 Sport. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Roberto Cristiano Baggio
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
73
U. Triestina
67
Imolese
62
Feralpi Salò
62
Monza
60
Sudtirol
55
Ravenna
55
L.r. Vicenza Virtus
51
Sambenedettese
50
Fermana
47
Ternana
44
Gubbio
44
Albinoleffe
43
Teramo
43
Vis Pesaro
42
Giana Erminio
42
Renate
39
Rimini
39
Virtus Verona
38
Fano A.j.
38
Albinoleffe - L.r. Vicenza Virtus
0-1
Fano A.j. - U. Triestina
1-0
Feralpi Salò - Pordenone
2-2
Fermana - Sambenedettese
1-3
Giana Erminio - Vis Pesaro
3-3
Gubbio - Virtus Verona
1-0
Ravenna - Imolese
3-3
Rimini - Renate
0-0
Sudtirol - Monza
0-3
Teramo - Ternana
0-0