25 agosto 2019

Motori

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Motori

15.07.2019

Frena ma non molla A Sossella il Casentino

La Ford Fiesta con cui Sossella si è aggiudicato il rally del Casentino
La Ford Fiesta con cui Sossella si è aggiudicato il rally del Casentino

Roberto Cristiano Baggio BIBBIENA A tre prove dalla fine Manuel Sossella era convinto di avere la vittoria in tasca. L’avversario più pericoloso, Stefano Albertini, era a 23”; Porro addirittura a 35”, il bassanese Gentilini, quarto, a 1’23”. Al parco assistenza s’era rivolto fiducioso ai meccanici della Tamauto di Gianluca Zonca. Lo sterzo, nei trasferimenti, gli aveva dato qualche noia mentre nei settori cronometrati, col motore a tutto gas, rispondeva correttamente. Pensava ad un intervento di routine, invece il lavoro dei tecnici s’è protratto oltre il previsto e quando il navigatore Gabriele Falzone ha cominciato a sacramentare perché il tempo era ormai agli sgoccioli, ha capito che portare a casa il successo sarebbe stata un’impresa. Quattro i minuti di ritardo coi quali s’è presentato al tavolo dei cronometristi. Tradotti in penalità: 40”. Sono stati momenti difficili per Manuel Sossella. Il pilota vicentino, però non si è perso d’animo, consapevole di avere ancora delle carte da giocare perché i 36 Km dell’ultima piesse, Talla, avrebbero potuto sparigliare la classifica. E così è stato. Manuel Sossella e Gabriele Falzone, memori dell’uscita di strada a Como della scorsa stagione, si sono guardati negli occhi: «Niente rischi - si sono detti – via a tutta ma senza temerarietà». E così, con una rincorsa favolosa sono riusciti a recuperare lo svantaggio e a riagguantare, a due passi dalla bandierina a scacchi, il primo posto che avevano tenacemente difeso nella prima parte del rally. Albertini-Fappani, con la Skoda Fabia, primi in due prove, erano sicuri di potercela fare ma la loro vettura li ha piantati in asso, facendogli perdere 4’. «Quando li ho visti fermi in prova speciale – ha commentato Sossella – ho capito che avevo ripreso la testa perché sapevo che Paolo Porro, anche lui su Ford FiestaWrc, le avrebbe prese sulla lunghissima speciale di Talla, corsa in notturna». Con Albertini ottavo e i ritiri di Felice e Alessandro Re, avversari nei rally (il padre ha avuto un malore e il figlio s’è fermato per stargli vicino), Valter Gentilini (Ford Fiesta Wrc), coadiuvato da Giulia Zanchetta è salito sul gradino più basso del podio a 1’33”. Quarta piazza per De Tommaso-Ascalone (Fabia R5) davanti a Cresci-Ciabatti su Fiesta Wrc. Giandomenico Fiorese, coadiuvato da Francesco Zannoni, su Mitsubishi Lancer Evo X s’è classificato 18° assoluto e secondo di classe, dietro al tedeschi Gassner-Thannhauser a caccia di punti per la Mitropa Cup. Con il successo di Bibbiena, Sossella ha fatto un balzo in avanti nella classifica dell’International Rally Cup, comandata da Damiano De Tommaso con 141 punti, seguito da Alessandro Re (129), Paolo Porro (127) e Marco Roncoroni (96). Il portacolori della Palladio è quinto con Gianluca Tosi a quota 93. Decisivo sarà il rally Città di Bassano di fine settembre. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Roberto Cristiano Baggio
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1