28 febbraio 2020

Motori

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Motori

03.01.2020

Fracasso si conferma nella top ten mondiale

Mattia Fracasso al G.P. di Sharjah. FOTO SIMON PALFRADER
Mattia Fracasso al G.P. di Sharjah. FOTO SIMON PALFRADER

L’obiettivo di rimanere nella top ten iridata è stato centrato, ma il tramonto del Mondiale 2019, a Sharjah negli Emirati Arabi Uniti, non ha lasciato ricordi indelebili a Mattia Fracasso, alla fine solo 15° nella classifica dell’ultimo Gran Premio. «Ho dovuto correre con il motore, già usurato, utilizzato nella tappa in Cina – racconta il quarantenne pilota vicentino – e proprio quando mi trovavo in seconda posizione nella manche d’apertura ho iniziato a perdere potenza fino a fermarmi. Purtroppo non c’è stato il tempo di rimediare per la seconda prova e così ho dato tutto l’ultimo giorno nella moto 3. Dal 25° posto allo start ho iniziato a rimontare e, complici anche alcuni ritiri, ho chiuso terzo alle spalle del francese Jeremy Perez (campione del mondo) e dello spagnolo Alejandro Molina Miranda. Peccato, però, perché quando non incontro problemi meccanici posso ancora giocarmela alla grande con tutti». Traduzione: nessuna intenzione di appendere il casco al chiodo. «Ho già rinnovato l’accordo con il Circolo Nautico Marina 4 anche per la prossima stagione che inizierà prima del solito, a febbraio, in Kuwait con la gara d’esordio del Mondiale. I tempi per la nuova moto sono stretti, speriamo bene». Un passo indietro. Come valuta l’annata? «Abbastanza buona. Le difficoltà non sono mancate, ma alla fine ho conquistato titolo italiano (l’ottavo della collezione), Alpe Adria (la seconda consecutiva) e un 10° posto nel Mondiale. La soddisfazione più grande, però, me l’ha data mio figlio Alessandro. Alla sua prima esperienza in sella a una moto d’acqua ha subito conquistato lo scudetto nella classe “Spark” (12-14 anni). Si impegna molto ed è bravo, il futuro è tutto suo, ma fino a quando non sarà maggiorenne non intendo mollare. Vorrei vincere ancora un Mondiale prima di cedergli definitivamente il testimone». Classifica finale Mondiale GP1 1. Jeremy Perez (Francia) punti 159; 2. Samuel Johansson (Svezia) 149; 3. Marcus Jorgensen (Danimarca) 140; 4. Andrzej Wisniewski (Polonia) 122; 5. Johan Johansson (Svezia) 115; 10. Mattia Fracasso (Italia) 84. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefano Angonese
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno