07 dicembre 2019

Sport

Chiudi

01.11.2019

Milan, dai fischi agli applausi Contro la Spal ci pensa Suso

Suso festeggia il gol con  Davide Calabria
Suso festeggia il gol con Davide Calabria

MILANO Fischiato dal pubblico mentre si accomodava per la prima volta in panchina in questa stagione, alla fine ha mandato San Siro in visibilio con una delle sue punizioni. Otto minuti dopo il suo ingresso in campo, Suso ha cambiato così il senso della serata del Milan, che in questa vittoria (1-0) contro la Spal spera di trovare una spinta per tirarsi fuori da una «situazione pesante», come l’aveva definita Boban. Dopo un pareggio e una sconfitta, finalmente Pioli prova il gusto dei tre punti alla guida di un Milan che, dopo un inizio di stagione «burrascoso» (sempre per usare i termini di Boban), resta comunque a 6 punti dalla zona Champions e sotto osservazione, atteso dagli impegni con Lazio e Juventus prima della sosta. Approfittando delle difficoltà dei rossoneri, la Spal dopo aver fermato il Napoli ha provato a fare punti anche a San Siro. Alla fine non ci va lontana perché il Milan non mette subito in campo la rabbia, lo spirito e l’intensità che Pioli aveva chiesto alla vigilia, preannunciando novità fra i titolari. Suso finisce in panchina, fischiato dai suoi tifosi e sostituito da Castillejo, che sulla destra si fa vedere poco, in modo confuso e ha sulla coscienza una traversa colpita da due passi. Non producE scosse particolari nemmeno il rilancio di Piatek al centro del tridente. Al contrario, è aggressiva la Spal, che incarta Hernandez con Strefezza e costringe spesso all’errore Kessie, ma poi fatica a impensierire Donnarumma con l’attacco guidato da Petagna e dal veterano Floccari. Il Milan comincia presto ad accumulare la solita dose di errori tecnici. Incluso quello al 13’ di Castillejo, il cui destro colpisce la traversa. All’intervallo i rossoneri vanno negli spogliatoi fra i fischi, e rientrano senza Musacchio rimpiazzato da Calabria. Dopo un’ora la Spal inizia a calare, il Milan si fa più aggressivo e Pioli si affida a Suso, che approfitta subito di una punizione dal limite per sbloccare la partita (18’) e trasformare i fischi in applausi. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
37
Cartigliano
31
Adriese
28
Feltre
27
Legnago Salus
27
Mestre
26
Luparense
25
Ambrosiana
25
Union Clodiense Chioggia
25
Cjarlins Muzane
24
Este
22
Belluno
21
Delta Rovigo
21
Montebelluna
20
Chions
19
Caldiero
18
Villafranca Vr
14
Tamai
10
Vigasio
7
San Luigi
6
Adriese - Cartigliano
3-1
Ambrosiana - Mestre
3-0
Belluno - Chions
4-1
Campodarsego - Legnago Salus
3-0
Cjarlins Muzane - Montebelluna
1-2
Luparense - Caldiero
2-1
San Luigi - Feltre
0-7
Tamai - Este
2-0
Union Clodiense Chioggia - Villafranca Vr
2-2
Vigasio - Delta Rovigo
1-3