09 luglio 2020

Sport

Chiudi

10.11.2019

Il Verona fa paura all’Inter Decide un eurogol di Barella

L’esultanza dei giocatori dell’Inter dopo il gol di Barella
L’esultanza dei giocatori dell’Inter dopo il gol di Barella

MILANO Emozioni a San Siro per Inter-Verona: una partita ricca di episodi. I nerazzurri hanno speso moltissimo, ma un gol di Barella alla fine ha dato loro una vittoria che vale oro... Conte se l’era sentita, che sarebbe stata una partita difficile. Forse per questo aveva avuto quello sfogo di cui s’è parlato molto. Ma i nerazzurri hanno attaccato a tutto spiano e non sono stati fortunati nel primo tempo, quando un’uscita di Handanovic su Zaccagni ha provocato un rigore segnato da Verre. Il tentacolare portiere Silvestre ha fatto il resto. Così l’Inter si è trovata sotto di un gol. Dopo aver attaccato con impegno, nella ripresa, ha pareggiato Vecino. Poi è andata vicino al raddoppio e l’ha ottenuto con Barella: un bel gol per un successo che si può definire meritato, anche se sudato. Una vittoria, questa sul Verona, che porterà un pò di serenità in casa Inter, oltre a costituire un passo avanti in classifica, dopo i giorni agitati e le parole del post Dortmund. Per gli scaligeri, una sconfitta che ci può stare: finora la squadra di Juric ha perso solo con le grandi. La partita si è infiammata al 19’ del primo tempo quando un veloce contropiede veronese ha messo Zaccagni solo davanti a Handanovic che ha toccato il veronese col piede sinistro: rigore che Verre ha trasformato con un tiro forte e centrale. Subito il gol, l’Inter si è proiettata in avanti e Lukaku ha trovato Silvestri, molto bravo, sulla propria strada. Il portiere veronese ha preso una palla di Biraghi sulla linea e l’orologio tecnologico ha detto che non era gol per poco. Nella ripresa l’Inter è entrata più determinata. Un sinistro li Lukaku è finito fuori di poco sulla sinistra di Silvestri e una girata dello stesso belga non ha centrato la porta. Al 20’ su un traversone da destra di Lazaro, Vecino di testa ha pareggiato. L’Inter si è riversata in avanti per cercare la vittoria. Lukaku solo sulla destra in area ha mancato un’occasione clamorosa, toccando di testa su Silvestri quando avrebbe potuto controllare la palla e tirare. È entrato Esposito al posto di Lautaro. Al 38’ un grande gol di Barella che da sinistra si è accentrato e di destro l’ha messa all’incrocio sulla sinistra del portiere veronese. Si è rivisto D’Ambrosio al posto di Lazaro. Negli ultimi minuti, Stepinski, entrato al posto di Salcedo ha messo alta una palla ricevuta da sinistra. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno