21 aprile 2019

Sport

Chiudi

18.04.2018

Il Breganze beffato dal Forte dei Marmi all’ultimo respiro

Un momento della partita  tra Faizané Breganze e Forte dei Marmi giocata al Palaferrarin. STUDIO STELLA
Un momento della partita tra Faizané Breganze e Forte dei Marmi giocata al Palaferrarin. STUDIO STELLA

Roberto Farina BREGANZE Si stava quasi per andare ai supplementari quando Gonzalo Romero è stato lestissimo ad approfittare di uno Sgaria a caccia della stecca perduta e a batterlo sull’angolino basso. Siamo al 23’17” della ripresa ed è il gol del 6-5 che sancisce a favore del Forte il primo round di semifinale play off e punisce il Breganze oltre i demeriti. Da tre anni e passa i toscani non violavano il Palaferrarin. Ma la gara è risultata alla fine davvero emozionante ed equilibrata, anche se i rossoneri di casa si sono trovati sempre ad inseguire ed hanno recuperato da un parziale di 2-5, prima di subire la beffa finale. Nulla è compromesso, restano quattro gare massimo, ma l’amaro in bocca agli uomini di Mir rimane. Non è stato il solito brillantissimo Faizanè Lanaro. Il Forte Marmi l’ha imbrigliato nelle manovre, specie in attacco, sin dalle prime battute, è passato con Pagnini all’8’ e poi in pochi secondi, al 13’, è arrivato su un inatteso 3-0. Platero ha scosso la rete del super Gnata al 17’ su penalty, poi Romero (tre gol nella serata) ha rintuzzato al 21’ prima che Cocco con una fiondata in diagonale non portasse il punteggio sul 2-4. Si sperava nella ripresa, solitamente a cento all’ora per i breganzesi, invece il Forte ha retto bene: 5-2 di Pagnini al 10’ dal disco, poi Cocco (altri tre gol, e fanno quattro) accorcia fino al 5-5 al 21’. I toscani sono quasi al decimo fallo, ma Gonzalo Romero si inventa un giroporta mortifero che fa 6-5 prima che Ambrosio, in serata così così (come del resto Dal Santo) non fallisca a 47” dal gong l’attesa punizione che avrebbe potuto riportare le sorti in parità, con accesso ai supplementari. Ora tutti i tifosi breganzesi, numerosissimi in tribuna, attendono la gara 2 di sabato. Se il Breganze risorge, può ancora sperare. Basta che torni a giocare da par suo. Gli è mancata la solita velocità di manovra e lucidità nei tiri liberi, super Gnata a parte. E deve recuperare la forma in qualche elemento fondamentale. Non impossibile, per chi conosce l’hockey. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Roberto Farina
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
69
U. Triestina
64
Imolese
58
Feralpi Salò
58
Sudtirol
55
Monza
54
Ravenna
54
Fermana
47
L.r. Vicenza Virtus
45
Sambenedettese
44
Teramo
42
Giana Erminio
41
Gubbio
41
Ternana
40
Vis Pesaro
40
Albinoleffe
40
Renate
38
Virtus Verona
38
Rimini
37
Fano A.j.
35
Albinoleffe - Monza
3-0
Fano A.j. - Virtus Verona
1-1
Feralpi Salò - U. Triestina
0-2
Fermana - Imolese
1-1
Giana Erminio - Ternana
0-0
Gubbio - Pordenone
2-2
Ravenna - L.r. Vicenza Virtus
0-0
Rimini - Sambenedettese
3-1
Sudtirol - Renate
0-1
Teramo - Vis Pesaro
2-1