15 ottobre 2019

Sport

Chiudi

05.04.2019

Foto e abbraccio con Perisic Icardi ritorna a sorridere

Maurito Icardi festeggiato dai compagni al termine della partita
Maurito Icardi festeggiato dai compagni al termine della partita

La foto dell’abbraccio con Perisic e Nainggolan dopo il rigore segnato e poche parole: «Forza Inter». Mauro Icardi celebra il successo dei nerazzurri sul Genoa e nella notte, su Instagram, pubblica cinque immagini della partita tutte in bianco e nero. Le più significative ritraggono l’argentino con alcuni compagni di squadra, tutti sorridenti dopo il suo tiro dal dischetto che è valso il momentaneo 2-0 al Ferraris. Un ritorno in campo perfetto per l’ex capitano che prova ad archiviare due mesi di polemiche facendo parlare il campo. E sale la febbre dei tifosi per la sfida con gli altri nerazzurri. Ancora una volta i tifosi dell’Inter rispondono presente: sono oltre 55 mila i biglietti venduti per la partita di domenica alle 18 contro l’Atalanta a San Siro. Sugli spalti ci saranno quindi più spettatori di Inter-Lazio, in cui se ne contavano 56.348. Numeri rilevanti per una tifoseria sempre molto passionale. E la sfida contro l’Atalanta potrebbe sancire anche il ritorno in campo a San Siro di Mauro Icardi, già in campo e in gol l’altro ieri a Genova. Una rete che gli ha permesso di raggiungere Vieri, all’ottava posizione con 123 reti, nella classifica capocannoniere con la maglia nerazzurra. E sulla questione Icardi è intervenuto anche il ct della Nazionale: «Mi spiace per la situazione che si è creata intorno a Mauro perchè conosco il valore del ragazzo e del giocatore. È sempre spiacevole quando capitano queste cose perché poi ci rimettono tutti». Lo ha dichiarato il ct dell’Italia, Roberto Mancini, tornando sulla querelle che ha visto protagonista l’attaccante dell’Inter. Per Mancini, a Roma per un incontro organizzato dall’Unicef di cui è ambasciatore, la corsa alla Champions League adesso ha in palio un solo posto. «Credo che tutte le squadre che sono tra il quarto e l’ottavo posto possano crederci» il punto di vista del ct, chiaro anche sullo strapotere della Juventus che già domenica potrebbe vincere lo scudetto: «Parliamo di una squadra molto forte, che non ha solo undici giocatori, per questo vince da tanti anni. Ha costruito benissimo, preso giocatori molto bravi e migliorato ogni anno. Le altre squadre devono migliorare visto che finiscono abbastanza lontani dalla prima. Questo nel campionato non dovrebbe accadere, ma penso che anche le altre con un po’ di tempo possano avvicinarsi». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cartigliano
17
Luparense
16
Campodarsego
16
Adriese
15
Union Clodiense Chioggia
14
Caldiero
14
Ambrosiana
13
Legnago Salus
12
Cjarlins Muzane
12
Mestre
11
Feltre
10
Este
10
Vigasio
10
Belluno
9
Delta Rovigo
9
Chions
8
Villafranca Vr
8
Montebelluna
5
Tamai
3
San Luigi
1
Ambrosiana - Belluno
2-1
Montebelluna - Villafranca Vr
0-0
Cjarlins Muzane - Campodarsego
2-4
Delta Rovigo - Legnago Salus
2-0
Este - Chions
2-1
San Luigi - Adriese
1-6
Tamai - Cartigliano
2-2
Union Clodiense Chioggia - Luparense
1-1
Feltre - Caldiero
1-1
Vigasio - Mestre
1-2