12 dicembre 2019

Sport

Chiudi

21.10.2019

Vendetta Ragusa, il Famila perde la vetta

La delusione delle arancioni al termine della sfida contro la Passalacqua: pesa il -18 finale. FOTO CISCATO
La delusione delle arancioni al termine della sfida contro la Passalacqua: pesa il -18 finale. FOTO CISCATO

Nicolò Dalle Molle SCHIO Arriva al PalaRomare la prima sconfitta stagionale del Famila che, nella rivincita della finale di Supercoppa Italiana, si arrende alla Passalacqua Ragusa per 52-70. Per Schio decisive le percentuali dalla media e lunga distanza (0-15 dall’arco) che costringono le orange a cedere il passo in classifica proprio alle biancoverdi. Scelta lungimirante di Vincent che schiera un quintetto misto tra titolari e sostitute che permette già nel primo quarto di allungare le rotazioni e dare minuti importanti a tante giocatrici. Inizio di gara piuttosto falloso delle due squadre che al 3’ hanno imputati già 3 falli ognuna, con Walker già a quota 2 personali. Il punteggio corre sui binari dell’equilibrio per 5’ (6-7 Ragusa col contropiede di Hamby) quando Vincent cambia tutto il quintetto tranne Cinili. Tra le sostitute è la giovane André a sparigliare le carte con 8 punti personali che regalano a Schio il massimo vantaggio sul 16-9, ricucito in parte dalle ospiti con Ibekwe e Hamby: 16-13 alla sirena. Il secondo quarto vede le siciliane allungare il parziale aperto fino all’8-0. Il rientro di Gruda, però, cambia il copione della gara: la francese segna 6 punti e riporta il Famila avanti sul 22-17. È l’ultimo strappo della frazione perché le squadre, riavvicinatesi sul 22 pari, si rispondono colpo su colpo. La Passalacqua migliora i sincronismi difensivi soprattutto vicino al ferro anche perché dall’arco Schio spara a salve più del solito: 0-9 nei primi 20 minuti. Il primo tempo si chiude sul 30-33. Cambia il copione al rientro dagli spogliatoi con un Famila determinato a svoltare la gara a suo favore: 9-0 di parziale delle orange. Purtroppo un paio di errori dalla media e lunga distanza bastano ad inceppare gli ingranaggi scledensi. Ragusa, da grande squadra qual è, ne approfitta per rientrare in partita con una Romeo in grande spolvero, aiutata anche dalla difesa dello Schio decisamente allegra: la play biancoverde ne infila 10 solo nel terzo parziale e la Passalacqua rimette la testa avanti. Nel finale Kacerik trova la tripla del 43-51. L’ultimo quarto vede il Famila tentare più volte l’arrembaggio ma la percentuale al tiro resta clamorosamente bassa. Questo toglie fiducia con il passare dei minuti alle scudettate a beneficio delle ospiti che pescano triple mortifere che valgono il +10: 50-60 al 35’. Schio paga la confusione in cabina di regia di Dotto e Battisodo e non si capisce perché la terza giocatrice di ruolo, Chagas, non venga provata da Vincent. Nel finale il passivo si fa pesante perché la Passalacqua chiude addirittura sul +18, un punteggio che sarà difficile recuperare nel girone di ritorno al PalaMinardi. Nel frattempo Schio deve già pensare alla sfida di Eurolega a Kursk di mercoledì. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Nicolò Dalle Molle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
38
Cartigliano
31
Legnago Salus
30
Mestre
29
Adriese
28
Ambrosiana
28
Feltre
27
Cjarlins Muzane
27
Union Clodiense Chioggia
26
Luparense
25
Delta Rovigo
24
Belluno
24
Chions
22
Este
22
Montebelluna
21
Caldiero
19
Villafranca Vr
14
Tamai
10
Vigasio
10
San Luigi
6
Caldiero - Campodarsego
1-1
Montebelluna - Union Clodiense Chioggia
1-1
Chions - Adriese
1-0
Delta Rovigo - San Luigi
3-1
Este - Cjarlins Muzane
2-3
Legnago Salus - Cartigliano
3-1
Mestre - Luparense
2-1
Tamai - Vigasio
0-1
Feltre - Ambrosiana
0-1
Villafranca Vr - Belluno
0-1