14 luglio 2020

Sport

Chiudi

17.01.2020

Un Lione indomabile si divora il Beretta

Le leonesse di Francia si divorano il Beretta per 85-48 in una gara perfetta e senza storia, come raramente se ne vedono. Non è riuscito il piano-partita del Famila che ha subito la fisicità delle transalpine su ogni lato non trovando modo di contrastarle. È un ambiente meraviglioso in cui giocare il Palais Mado Bonnet perché trasmette un’energia e una carica che spinge la squadra a dare sempre il massimo. Così Lione cavalca l’onda dell’entusiasmo e gioca un primo quarto praticamente perfetto: costruisce il primo break con quattro triple consecutive di Clark, Plouffe e Johanneè che dopo 6’ valgono già il 14-6. Schio non riesce a controllare l’attacco francese che arriva con facilità alla conclusione; e la difesa fin troppo aggressiva delle transalpine rompe ogni schema orange. All’8’ sul 23-10 il Famila esce malamente dal timeout con una palla persa da rimessa che si ripete anche sull’ultimo possesso del quarto: 27-13. Prosegue il copione nel secondo: il Beretta spesso in ritardo nelle giocate subisce le azioni offensive avversarie. Nella seconda metà iniziano a vedersi dei piccoli miglioramenti difensivi con palle rubate che lanciano due volte in contropiede Gruda. Johannès però smorza gli entusiasmi con 5 punti personali per il +20 francese. Schio ha i palloni per ridurre il passivo ma è frettoloso nel voler rientrare e spreca malamente permettendo a Lione di punire ancora: 42-24 a metà gara. Più che una partita di basket sembra un incontro di boxe nel quale il Beretta è all’angolo e incassa senza trovare mai la forza di reagire. Si spiega così il 10-0 di parziale di inizio ripresa con Schio sfortunato su alcuni tiri e Lione che non sbaglia mai, situazione quasi irreale. Harmon segna dopo 3’ ma il Famila sprofonda sotto di oltre 30. I primi punti di Chagas in questa Eurolega, una tripla, arrivino proprio nella gara più dura della stagione. Difficile anche per Vincent aiutare le sue a uscire da una situazione così critica: 69-33. Ci prova Battisodo a caricarsi la squadra sulle spalle: con una tripla e due viaggi in lunetta risponde a un Lione che, nonostante il vantaggio, continua a schierare le titolari mentre Vincent dà spazio alle sue giovani. Il passivo rimane costantemente sopra le 30 lunghezze; così a 2’ dal termine le padrone di casa mandano in campo anche il giovanissimo talento lituano Jocyte, appena 14 anni. Al Mado Bonnet finisce con un pesantissimo 85-48. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Nicolò Dalle Molle
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno