24 luglio 2019

Sport

Chiudi

30.04.2019

Romeo è l’arma in più del Ragusa E il Famila cerca la sua Giulietta

Dotto è una giocatrice importante nello scacchiere di Vincent. STELLA
Dotto è una giocatrice importante nello scacchiere di Vincent. STELLA

Si è interrotta una tradizione, o per meglio dire uno schema. Quello che ha visto Schio, negli ultimi nove anni, affrontare in finale scudetto la stessa squadra per non più di tre volte: il Taranto nel 2010, 2011, 2012, la Gesam Lucca nel 2013, 2016, 2017 e poi Ragusa nel 2014, 2015 e 2018. Con la vittoria in gara cinque di sabato al Taliercio, le iblee saranno la prima formazione del nuovo millennio a contendere al Famila lo scudetto per la quarta volta: un ruolo già svolto negli anni novanta dalla Pool Comense quando le ragazze di Cestaro, però, erano ancora alla caccia del loro primo titolo di campionesse d’Italia. La Virtus Eirene, però, vanta anche un altro record poco gradito dai loro tifosi: è l’unica squadra ad aver affrontato Schio in finale scudetto più di una volta senza essere mai riuscita a vincerlo. Le sfide tra queste formazioni hanno sempre prodotto un finale di stagione entusiasmante, un vero e proprio spot per il basket femminile. Famila e Passalacqua hanno sempre chiuso la serie a gara cinque con confronti serrati punto a punto e con finali spesso vietati ai deboli di cuore (citofonare a Kata Honti e alla sua tripla di tabella o a Macchi e al suo canestro in reverse). In questa stagione Schio e Ragusa si sono affrontate già tre volte. Il 21 ottobre al PalaRomare Masciadri e compagne si imposero per 75-64 grazie soprattutto a una prestazione maiuscola di Gruda, ben supportata da Lavender e Gemelos. Nella terza giornata di ritorno furono le aquile a dettare legge imponendosi per 80-74 su un Famila reduce dalla storica vittoria a Praga di quattro giorni prima. Nella partita più importante, la semifinale di Coppa Italia del 2 marzo a San Martino, furono ancora le siciliane a spuntarla con il decisivo canestro a pochi secondi dalla fine di una scatenata Nicole Romeo: eliminata Schio, Ragusa vide le strada spianata per la conquista della secondo Coppa Italia della sua storia. In questo 2019 la Passalacqua ha perso fin qui solo tre partite, tutte contro la Reyer, tutte al Taliercio. In casa, invece, la formazione di Recupido ha saputo trasformare il PalaMinardi in un fortino inespugnabile, un po’ come lo era il Palalupe prima dell’arrivo del Famila nelle semifinali. Il fattore campo, allora, potrebbe essere davvero una delle chiavi di volta di questa serie così difficile da decifrare. Gli addetti ai lavori sottolineano da inizio stagione come Schio, nonostante la rivoluzione copernicana dell’estate, sia rimasta la compagine più accreditata per la vittoria finale. D’altro canto Ragusa ha dimostrato, soprattutto dopo l’innesto di Romeo, di essere ora una formazione completa in tutti i reparti, che ha trovato il proprio equilibrio interno e che può contare su una panchina in grado davvero di fare la differenza. A favore delle biancoverdi gioca il fatto che la società abbia mantenuto quasi inalterato il roster dello scorso anno, rinforzandolo con innesti di grande qualità come Cinili, Harmon e l’italo-australiana Romeo. In una serie di finale scudetto sono tanti i fattori che entrano in gioco e che possono modificare i pronostici: le motivazioni, la spinta dei tifosi, gli aggiustamenti tattici in corsa, le scelte tecniche. Già da gara uno (domani alle 20.45 al PalaRomare) inizieremo a capirne di più anche se, come sempre, sarà gara due (che si disputerà venerdì alle 20.30 sempre a Schio) a fornire le indicazioni più importanti. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
73
U. Triestina
67
Imolese
62
Feralpi Salò
62
Monza
60
Sudtirol
55
Ravenna
55
L.r. Vicenza Virtus
51
Sambenedettese
50
Fermana
47
Ternana
44
Gubbio
44
Albinoleffe
43
Teramo
43
Vis Pesaro
42
Giana Erminio
42
Renate
39
Rimini
39
Virtus Verona
38
Fano A.j.
38
Albinoleffe - L.r. Vicenza Virtus
0-1
Fano A.j. - U. Triestina
1-0
Feralpi Salò - Pordenone
2-2
Fermana - Sambenedettese
1-3
Giana Erminio - Vis Pesaro
3-3
Gubbio - Virtus Verona
1-0
Ravenna - Imolese
3-3
Rimini - Renate
0-0
Sudtirol - Monza
0-3
Teramo - Ternana
0-0