12 luglio 2020

Sport

Chiudi

20.10.2019

Il Famila con il Ragusa va in regia vuol girare il remake di Supercoppa

Gruda in azione nell’ultima partita di Eurolega vinta dal Famila Schio, il suo rendimento finora è ottimo
Gruda in azione nell’ultima partita di Eurolega vinta dal Famila Schio, il suo rendimento finora è ottimo

Ha il sapore di un déjà vu questo Schio-Ragusa che si gioca alle 19.30 a una settimana esatta di distanza dalla finale di Supercoppa italiana vinta dal Famila. Stesso giorno, stesso orario, stesse squadre in campo. Per la Passalacqua l’occasione è ghiotta per annegare i dispiaceri dell’ennesima sconfitta in finale perpetrata dalle scledensi e superarle in classifica rimanendo imbattute in campionato. Le campionesse d’Italia inseguono, invece, la sesta vittoria consecutiva in altrettante gare ufficiali. Le orange sono reduci da un successo corroborante al debutto in Eurolega contro Gdyni: «Con Gdynia è stato fondamentale partire con il piede giusto, in casa, davanti ai nostri tifosi, iniziare il cammino in Eurolega con una vittoria è importantissimo. La partita è cambiata quando abbiamo alzato ulteriormente il livello difensivo». Spiega Martina Crippa a proposito della serata con le polacche di Gdynia, mandando poi il focus all'eterna sfida con Ragusa. «Ci siamo appena incontrate, saranno importanti i dettagli, farà la differenza anche l'intensità che metteremo. Sappiamo che loro sono molto toniche da questo punto di vista: dovremo gestire al meglio difesa ed aggressività per poi cogliere i frutti in attacco». Con questo quadro della situazione in mano, coach Vincent dovrà scegliere per la prima volta a quale straniera rinunciare. La decisione non è semplice. Da un lato Harmon ha iniziato la stagione nel migliore dei modi, aggiudicandosi anche la palma di MVP della Supercoppa: 13,7 punti, 6 rimbalzi e 2,5 assist di media nelle 4 partite giocate in Italia. Dall’altro scalpita DeShields che, dopo il debutto deludente in Eurolega di giovedì, ha bisogno evidente di mettere minuti nel motore per iniziare a mostrare al pubblico del PalaRomare tutte le proprie qualità. Viaggia a pieni giri, invece, il motore delle lunghe straniere con Lisec e Gruda che alternano fra di loro ottime prestazioni. È iniziato con il piede giusto anche il campionato di Keys che sembra non aver patito troppo il salto di categoria da San Martino a Schio: già 8,5 punti di media contro i quasi 11 dell’anno scorso. Qualche difficoltà in più, invece, per le altre giovani - Chagas, Fassina e André - che hanno bisogno di un minutaggio più elevato per trovare la giusta fiducia in una formazione di così alto livello qual è il Famila. Ci si attende un miglioramento generale della squadra nella percentuale di realizzazione dalla lunga distanza: nelle prime partite, infatti, Schio ha tirato dall’arco con uno scarso 23%. Per vincere con costanza contro avversarie di alto livello è indispensabile migliorare la statistica. •

Nicolò Dalle Molle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno