24 giugno 2019

Sport

Chiudi

14.03.2019

Il Beretta cerca l’impresa a Mersin Un’altra partita da dentro o fuori

Quigley trattiene Gruda durante il “faccia a faccia” con Bone nell’andata tra Schio e Cukurova. STUDIOSTELLA
Quigley trattiene Gruda durante il “faccia a faccia” con Bone nell’andata tra Schio e Cukurova. STUDIOSTELLA

Ancora una partita che vale una stagione, oggi alle 18 a Mersin (le 16 italiane, diretta sul canale YouTube Fiba). Dopo Praga, Bourges, Polkowice, Orenburg: tutte sfide decisive per mantenere vivo il sogno dell’Eurocup. Ultime chiamate a cui il Beretta ha sempre risposto presente, passando da squadra cuscinetto a una delle migliori del girone di ritorno dell’Eurolega. Se l’è guadagnata con le unghie questa possibilità di proseguire la propria stagione europea nel secondo torneo continentale. E la sorte le ha subito fatto incontrare la formazione più quotata delle otto rimaste. Cukurova al PalaRomare ha compiuto un mezzo miracolo: per la prima volta nella sua stagione ha rischiato di affondare sotto le stoccate di un Famila tonico e gagliardo ma ha parato i colpi e, nel finale, ha sferrato l’attacco vincente andando a guadagnarsi una vittoria insperata di quattro punti. Così ora Schio è chiamato a una grande impresa. Espugnare il parquet turco con almeno cinque punti di vantaggio e approdare alle semifinali di Eurocup. Il Beretta ha tutte le carte in regola per regalarsi un’altra notte magica. Vero, le italiane sono giovani e per la maggior parte hanno poca esperienza internazionale; ma le straniere, a cui aggiungiamo pure una Dotto nel formato leader delle ultime settimane, sono abituate a sfide di alto livello. Il contributo della panchina conta fino a un certo punto, considerando che Cukurova ha vinto all’andata grazie allo stakanovismo di Iagupova, in campo per 40’, Mestdagh (35’) e Bone (34’). C’è bisogno di un contributo maggiore da parte di quelle atlete che sono state ingaggiate per fare la differenza: serve una Quigley in formato All-Star Game, mortifera dall’arco per costringere le turche ad aprire la difesa e permettere a Gruda, Lavender e Lisec di fare la voce grossa sotto canestro. E in questo possono tornare utili anche Gemelos e Crippa che sono le altre migliori tiratrici a disposizione di coach Vincent. Bisognerà poi sfruttare maggiormente i vantaggi che possono presentarsi nel corso della gara: ad esempio, giovedì scorso Ndour nel primo tempo era gravata già di tre falli, ma Schio non è riuscita a metterla ulteriormente in difficoltà, subendo anzi le sue iniziative nella seconda parte della gara. Un altro concetto chiave dovrà essere intensità. Il Famila non potrà risparmiarsi, dovrù svolgere con attenzione i tagliafuori per non soffrire le lunghe leve di Ndour e Bone o la fisicità di Iagupova e Gray. E poi correre. La transizione difensiva nella gara d’andata è stata il vero tallone d’Achille delle orange, che hanno subito 22 punti in contropiede e 30 nelle transizioni veloci d’attacco. Cukurova ha faticato ad attaccare Schio a difesa schierata che, grazie soprattutto all’ottimo lavoro di Crippa e Fassina su Iagupova, ha tolto alle avversarie il principale terminale offensivo. Un vantaggio da provare a sfruttare anche oggi. •

Nicolò Dalle Molle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
73
U. Triestina
67
Imolese
62
Feralpi Salò
62
Monza
60
Sudtirol
55
Ravenna
55
L.r. Vicenza Virtus
51
Sambenedettese
50
Fermana
47
Ternana
44
Gubbio
44
Albinoleffe
43
Teramo
43
Vis Pesaro
42
Giana Erminio
42
Renate
39
Rimini
39
Virtus Verona
38
Fano A.j.
38
Albinoleffe - L.r. Vicenza Virtus
0-1
Fano A.j. - U. Triestina
1-0
Feralpi Salò - Pordenone
2-2
Fermana - Sambenedettese
1-3
Giana Erminio - Vis Pesaro
3-3
Gubbio - Virtus Verona
1-0
Ravenna - Imolese
3-3
Rimini - Renate
0-0
Sudtirol - Monza
0-3
Teramo - Ternana
0-0