21 settembre 2019

Sport

Chiudi

12.09.2019

Famila, un cantiere che avanza Gruda e Keys i mattoni più solidi

Sandrine Gruda sembra essere ripartita dalle straordinarie prestazioni della fine della scorsa stagione
Sandrine Gruda sembra essere ripartita dalle straordinarie prestazioni della fine della scorsa stagione

Nicolò Dalle Molle SCHIO La prima uscita stagionale del Famila ha sicuramente fornito indicazioni importanti allo staff tecnico che, alla luce delle prime due settimane di lavoro, ha potuto misurare lo stato di forma della squadra. Più difficile, invece, ottenere delle informazioni chiare per i tifosi che hanno visto uno Schio in grande difficoltà nel primo tempo ma hanno anche potuto godersi una migliore pallacanestro nei secondi venti minuti. La Reyer Venezia del nuovo coach Giampiero Ticchi si è presentata al PalaRomare forte di una preparazione più avanzata con già due test match all’attivo, svolti nei giorni scorsi contro Bolzano e Lucca. Le lagunari, infatti, devono cercare di arrivare presto al miglior stato di forma possibile visto il delicato impegno di fine mese nei preliminari di Eurolega contro le ungheresi del DVTK. Considerando anche la caratura delle avversarie (prive comunque di Penna e Carangelo), le orange hanno disputato una gara gagliarda nella quale hanno pagato soprattutto i carichi di lavoro della preparazione atletica: scarse, infatti, le percentuali di realizzazione delle campionesse d’Italia che, però, hanno saputo comunque costruire delle buone soluzioni al tiro. Le difficoltà maggiori per le scledensi sono state nella fase difensiva dove ci vorrà del tempo per registrare i meccanismi e creare il giusto equilibrio di gioco. Così come le lagunari, anche le vicentine stanno facendo fronte all’assenza di pedine importanti come Dotto (sulla via del recupero dall’infortunio al piede) e, ovviamente DeShields ancora impegnata in WNBA con le Chicago Sky; pochi giorni di allenamento all’attivo per Fassina, che ha dovuto anche lei smaltire un infortunio estivo. Nel complesso, però, il gruppo appare già affiatato e sulla buona strada per raggiungere presto un’ottima condizione. Evidenti, infatti, le differenze nel gioco rispetto allo stesso periodo dello scorso anno quando Schio era un cantiere aperto a cui mancavano ancora le fondamenta. Il reparto più in forma del Famila, lo testimoniano anche le statistiche, è quello delle lunghe che si è confrontato con delle pari ruolo di assoluto livello quali sono Steinberga e Petronyte. Complice anche un ottimo Eurobasket, Gruda sembra essere ripartita dalle straordinarie prestazioni della fine della scorsa stagione mentre pare aver iniziato con il piede giusto la propria avventura in orange Keys, subito in doppia cifra grazie anche a un atteggiamento sfrontato e audace. Un po’ più in ombra Lisec e André che hanno, però, tutto il tempo per migliorare il loro rendimento. Le sofferenze maggiori si sono patite nel ruolo di guardia/ala piccola che verrà occupato poi da DeShields dalla quale tutti si attendono ottime prestazioni per permettere al Famila di compiere il tanto ricercato salto di qualità. De Pretto e Anderson, con la loro fisicità ed esperienza, sono state infatti le giocatrici che hanno creato le maggiori difficoltà alla difesa orange che ha sofferto il debutto di Harmon e Cinili e i pochi allenamenti all’attivo di Fassina. Note liete nel reparto playmaker dove, alle veterane Dotto e Battisodo, è stata aggregata in prima squadra anche la giovane Chagas: l’italo-argentina si è subito messa in mostra con la sua verve e sfrontatezza che permetterà al Famila di giocare un basket a tratti più creativo e pirotecnico. Le orange avranno adesso a disposizione qualche giorno di lavoro prima di scendere nuovamente in campo nel quadrangolare di questo fine settimana a Torino contro le padroni di casa, Broni e Costa Masnaga: avversarie di livello inferiore a Venezia ma che aiuteranno Schio a testare le nuove soluzioni di gioco in vista degli impegni che contano. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Nicolò Dalle Molle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cartigliano
10
Ambrosiana
9
Union Clodiense Chioggia
8
Legnago Salus
8
Luparense
6
Campodarsego
6
Adriese
6
Vigasio
6
Caldiero
6
Cjarlins Muzane
6
Belluno
5
Delta Rovigo
5
Chions
4
Montebelluna
4
Villafranca Vr
4
Feltre
3
Mestre
2
Este
2
Tamai
2
San Luigi
1
Montebelluna - Cartigliano
1-1
Cjarlins Muzane - Ambrosiana
2-1
Delta Rovigo - Belluno
2-1
Este - Campodarsego
1-3
Mestre - Legnago Salus
2-3
San Luigi - Union Clodiense Chioggia
1-6
Tamai - Luparense
3-3
Feltre - Adriese
1-1
Vigasio - Caldiero
2-0
Villafranca Vr - Chions
2-0