09 dicembre 2019

Sport

Chiudi

01.11.2019

Dolcetto Beretta, ma la vittoria costa cara

Sandrine Gruda sotto canestro: fondamente il suo apporto contro il Lione. FOTO DONOVAN CISCATO / STELLA
Sandrine Gruda sotto canestro: fondamente il suo apporto contro il Lione. FOTO DONOVAN CISCATO / STELLA

Nicolò Dalle Molle SCHIO Sconfigge anche la sfortuna il Beretta che si impone con encomiabile forza di volontà su Lione per 69-59. Le orange escono con le ossa rotte dalla contesa, perché oltre a non aver potuto schierare Cinili perdono per infortunio anche Lisec e DeShields. È evidente che tra le caratteristiche di questa squadra c’è lo spirito di abnegazione e la solidità mentale; nei momenti di difficoltà le scledensi hanno fatto quadrato e trovato in giocatrici di talento come Gruda e Harmon le giocate in attacco decisive. Il successo nasce però da una difesa eccezionale che ha tenuto a bada una superstar come Johannes (1) e Ciak (4). La gara si accende solo dopo 2’30” quando Gruda deposita in contropiede i primi punti del match. Si scatena poi Lisec che segna 9 punti di fila a metà quarto Schio è avanti 11-4. Le orange muovono bene la difesa rosanero e trovano numerosi punti nel pitturato grazie agli assist di DeShields e Battisodo. Lione, però, pesca proprio sulla sirena la tripla di Tanqueray per il 17-10. Lisec firma il massimo vantaggio con la conclusione dall’arco in avvio di secondo quarto prima che si spenga la luce in casa Beretta: 12-0 di parziale ospite e digiuno fermato solo dai primi 2 di Dotto. Lisec è costretta ad uscire per infortunio, le francesi continuano a punire dall’arco ma devono fronteggiare DeShields che accende la sua partita: 12 punti consecutivi con due triple e +7 Famila. Ancora un blackout scledense permette alle transalpine di rientrare con 5 punti nell’ultimo minuto che valgono il 34-32 alla sirena. Paga ancora tanta ingenuità il Beretta che subisce in avvio di frazione 5 punti di un Lione però molto falloso che esaurisce il bonus dopo 3’. Senza Lisec Schio rimane compatto e trova in Harmon un’ancora di salvezza: l’ex Ragusa infila 7 punti consecutivi che valgono il 45-43. Mentre Ciak si accomoda in panchina con quattro 4 falli, si va all’ultimo riposo sul 49-47. Prova a scavare il solco decisivo il Beretta in avvio dell’ultimo quarto con Gruda e Harmon che mettono assieme 9 punti per il +11 orange. Piove però sul bagnato in casa Famila perché anche DeShields è costretta a uscire per un problema all’occhio. Ne approfitta Lione che piazza un parziale di 8-1 propiziato da un’indomita Turcinovic: 59-57. Ancora una volta, nel momento di massima difficoltà, il Famila trova le giocate decisive grazie ad Harmon e Gruda che chiudono la contesa sul 69-59. •

Nicolò Dalle Molle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
38
Cartigliano
31
Legnago Salus
30
Mestre
29
Adriese
28
Ambrosiana
28
Feltre
27
Cjarlins Muzane
27
Union Clodiense Chioggia
26
Luparense
25
Delta Rovigo
24
Belluno
24
Chions
22
Este
22
Montebelluna
21
Caldiero
19
Villafranca Vr
14
Tamai
10
Vigasio
10
San Luigi
6
Caldiero - Campodarsego
1-1
Montebelluna - Union Clodiense Chioggia
1-1
Chions - Adriese
1-0
Delta Rovigo - San Luigi
3-1
Este - Cjarlins Muzane
2-3
Legnago Salus - Cartigliano
3-1
Mestre - Luparense
2-1
Tamai - Vigasio
0-1
Feltre - Ambrosiana
0-1
Villafranca Vr - Belluno
0-1