09 luglio 2020

Sport

Chiudi

13.10.2019

Derby al Famila, in finale la solita Ragusa

Sandrine Gruda, migliore in campo del Famila. D. CISCATO /  STUDIOSTELLA
Sandrine Gruda, migliore in campo del Famila. D. CISCATO / STUDIOSTELLA

Nicolò Dalle Molle SCHIO Il primo derby ufficiale della stagione, che vale la finale di Supercoppa, se lo aggiudica il Famila per 67-63 al termine di una partita vibrante e intensa come le sfide tra Schio e Venezia sanno essere. Una gara all’insegna dell’equilibrio, comandata per larghi tratti dalle orange, ma con un clamoroso sorpasso orogranata a pochi minuti dal termine, vanificato dall’infinita classe di Gruda che spedisce le orange in finale: palla a due alle 19.30 contro Ragusa per un nuovo capitolo di questa serie infinita contro le siciliane. Non brillano le due formazioni in avvio tanto che dopo 3 minuti il punteggio è fermo sul 2-1. Entrambe costruiscono molto in fase d’attacco ma con scarsa vena realizzativa: merito anche alle difese che chiudono bene sulle tiratrici e raddoppiano con puntualità in area. A proposito di difesa, Ticchi adatta la sua spostando De Pretto su Dotto e Gorini su Harmon. Il Famila accentra quindi il proprio gioco su Gruda che segna 6 dei primi 8 punti orange, mentre al 7’ Cinili firma la prima tripla della gara: 11-4. Venezia si affida a Steinberga che sfrutta la maggiore esperienza e qualità ai danni di Keys e, con l’aiuto di Penna, regala il primo vantaggio alle lagunari. Chiude il quarto il canestro sulla sirena di Harmon per il 15-13 scledense. Il secondo parziale viaggia sui binari dell’equilibrio con Dotto e Carangelo a rispondersi a vicenda dalla lunga. Vincent chiama timeout quando ancora il play orogranata colpisce da dietro l’arco con la difesa di Schio in confusione: 22-23 al 14’. Con il passare dei minuti cresce la personalità delle scudettate che trovano uno splendido coast to coast di Lisec e la tripla di un’acciaccata Keys dopo l’ampia girandola di cambi che concede diversi minuti anche a Fassina e Andrè. Il primo tempo si chiude sul 34-28 in favore del Famila. Sale l’intensità del gioco ospite alla ripresa inaugurata dalla tripla di De Pretto che suona la carica per le sue. Schio cala di efficacia a rimbalzo e Venezia ne approfitta per costruirsi numerosi secondi tiri che le consentono di rientrare: Carangelo è un matador dall’arco e punisce una brutta palla persa di Battisodo. Il finale, però, è tutto di Elisa Penna che sulla sirena infila la tripla frontale del 45-48. È ancora l’ala della nazionale a trascinare la Reyer per il massimo vantaggio sul 48-54. Il merito del Famila è quello di non scomporsi anche nel momento di maggiore difficoltà e di compattarsi attorno a una difesa nuovamente solida e un attacco che ritrova in Gruda il suo punto di riferimento: la francese segna 5 punti consecutivi e al 36’ Schio è di nuovo avanti 57-54. Un fischio dubbio estromette Lisec dalla contesa ma, nel finale punto a punto, la classe di Gruda e la precisione di Crippa dall’angolo permettono a Schio di strappare una sudatissima vittoria per 67-63. Nell’altra semifinale successo di Ragusa per 65-38 su Geas. •

Nicolò Dalle Molle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno