12 dicembre 2019

Sport

Chiudi

07.11.2019

Beretta letale: in Europa comanda Schio

Una palla contesa tra Jasmine Keys (Beretta) e Ornella Bankole (Blma). FOTO  DONOVAN  CISCATO/STELLA
Una palla contesa tra Jasmine Keys (Beretta) e Ornella Bankole (Blma). FOTO DONOVAN CISCATO/STELLA

Nicolò Dalle Molle SCHIO È un Beretta inarrestabile quello che piega per 65-60 anche le gazzelle francesi e si regala una notte magica conquistando la vetta della classifica del gruppo B di Eurolega assieme al Fenerbahce. Ancora una volta è la difesa l’arma vincente del Famila che, nonostante una serata storta al tiro di Gruda e l’assenza di Lisec, permette un successo straordinario contro una formazione di ottimo livello come il Blma. L’inizio è divertente con le due formazioni che segnano con disarmante facilità e dopo 3’ Schio tocca già quota 10. Il Beretta si affida a un maggiore gioco di squadra mentre Montpellier sfrutta le qualità individuali. Dopo un avvio di marca scledense, le transalpine al 6’ trovano sorpasso e allungo con le triple di Bernies e Whitcomb per il 13-18. Il Famila contiene la sfuriata ospite e nei secondi finali chiude il quarto sul 20-22 con la conclusione pesante di Battisodo. Sono due canestri di Keys a tenere a contatto le orange nelle prime battute della seconda frazione mentre Williams e Bernies (già a quota 11) guidano l’attacco francese che, però, con il passare dei minuti si scontra con una difesa sempre più solida. Il tabellone si muove con maggiore difficoltà a vantaggio del Famila che al 17’ trova prima il pareggio di Harmon e poi il vantaggio con una giocata da 3 punti della neozelandese: 34-33 di fine primo tempo. Polveri bagnate al tiro da entrambe le parti e punteggio che si muove solo dopo 2’ 30” con la tripla di Tachatchouang che che accende DeShields, autrice di 5 punti di fila per il 39-36 al 24’. La partita diventa una vera battaglia complice un arbitraggio permissivo e incerto. È ancora la statunitense a condurre l’offensiva orange con un altro paio di canestri, ma la ciliegina sulla torta del terzo quarto la mette Keys con la tripla sulla sirena del 48-43. Riparte con un quintetto tutto italiano Vincent che indovina la mossa-André (sua la firma sul massimo vantaggio, 50-43). Montpellier rimane in scia con le giocate di forza di Milapie e Mavunga. Battisodo e Bankole si rispondono dall’arco e incendiano la sfida. È ancora e sempre Harmon che nel momento decisivo sale in cattedra con due canestri di fila, 61-54. A 3’ dalla fine il Beretta ha in mano le giocate per chiudere ma Gruda e Keys sprecano malamente. È allora la difesa scledense a fare ancora una volta la differenza, mentre capitan Dotto dalla lunetta con grande cinismo liquida la pratica per il 65-60 finale. •

Nicolò Dalle Molle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
38
Cartigliano
31
Legnago Salus
30
Mestre
29
Adriese
28
Ambrosiana
28
Feltre
27
Cjarlins Muzane
27
Union Clodiense Chioggia
26
Luparense
25
Delta Rovigo
24
Belluno
24
Chions
22
Este
22
Montebelluna
21
Caldiero
19
Villafranca Vr
14
Tamai
10
Vigasio
10
San Luigi
6
Caldiero - Campodarsego
1-1
Montebelluna - Union Clodiense Chioggia
1-1
Chions - Adriese
1-0
Delta Rovigo - San Luigi
3-1
Este - Cjarlins Muzane
2-3
Legnago Salus - Cartigliano
3-1
Mestre - Luparense
2-1
Tamai - Vigasio
0-1
Feltre - Ambrosiana
0-1
Villafranca Vr - Belluno
0-1