23 settembre 2019

Sport

Chiudi

21.03.2019

Beretta, guarda chi si rivede Con Orenburg è grande sfida

Nicolò Dalle Molle SCHIO Ancora tu, ma non dovevamo vederci più? Chi l’avrebbe mai detto che, tra tutte le squadre partecipanti all’Eurocup, Schio ritrovasse sul suo cammino proprio Orenburg (alle 20.30 al PalaRomare)? Squadra scomodissima quella russa, sia per la grande distanza che la separa dall’Italia sia perché sa rivelarsi anche molto ostica nel suo modo di interpretare la pallacanestro. Beretta e Nadezhda si sono incrociate l’ultima volta appena un mese fa, nell’ultima giornata di regular season dell’Eurolega, in occasione della quale le arancioni hanno colto una larghissima vittoria a domicilio sulle russe per poi apprendere con straordinaria gioia e soddisfazione l’esito della sfida di Lilla e quindi il prosieguo della stagione in Eurocup. È bene, però, dimenticare sin da subito quella partita perché, se è vero che entrambe le squadre si giocavano una fetta importante del loro cammino europeo, è adesso che i discorsi si fanno davvero seri: in palio, infatti, c’è la finale del secondo torneo continentale. Sulla carta Schio può partire leggermente favorito, almeno per quanto fatto vedere in questo 2019. L’impresa di giovedì scorso in Turchia è stata la conferma della solidità di una formazione che, dopo aver espugnato i campi di Praga e Bourges, è riuscita a cogliere una vittoria di grandissimo valore anche sul parquet di una delle squadre più attrezzate tra quelle rimaste in corsa. Una qualificazione ottenuta dopo aver condotto 78’ sugli 80’ totali del doppio confronto, trovando la forza di reagire a un calo di tensione avvenuto nel finale della partita d’andata che sembrava aver compromesso gravemente quanto di buono fin lì era stato fatto. È confortante che, nella fase clou della stagione, si stiano apprezzando tutte le qualità delle giocatrici più talentuose della rosa: Dotto, nel doppio confronto, è stata probabilmente la più ispirata ma le prestazioni di Quigley, Lavender e Lisec sono state determinanti per il passaggio del turno. Coach Vincent sa di avere a disposizione delle atlete che sanno esaltarsi nelle gare decisive e può sfruttare questo vantaggio. Prima, però, dovrà concentrarsi sul limitare i pericoli principali provenienti da Orenburg. Il più importante è sicuramente Brionna Jones, pivot di grandissima fisicità alla quale bisogna impedire di ricevere palla vicino a canestro, zona nella quale diventa quasi immarcabile. Allo stesso modo particolare cura va prestata anche a Erica Wheeler, play/guardia di straordinaria velocità e con ottime qualità nell’attaccare il ferro. Dopo Jones, è lei il secondo terminale d’attacco preferito di coach Lapena la cui squadra, però, ha anche il merito di far girare bene palla per trovare sempre la migliore soluzione al tiro. Per questo motivo, sul taccuino dello staff tecnico orange, trova posto tra gli osservati speciali anche Sandra Ygueravide, playmaker esperta e dotata di grande visione di gioco così come lo è l’altra spagnola, Laura Nicholls. Infine, c’è il fattore campo da sfruttare. Il PalaRomare sa esaltarsi nelle grandi serate europee e potrebbe giocare un ruolo chiave per spingere Masciadri e compagne al successo. Imprescindibile centrare una vittoria con il maggior margine possibile da difendere poi la settimana prossima nella lontana Russia. •

Nicolò Dalle Molle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

I gol del calcio dilettanti

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cartigliano
13
Union Clodiense Chioggia
9
Luparense
9
Ambrosiana
9
Adriese
9
Campodarsego
9
Legnago Salus
9
Caldiero
9
Cjarlins Muzane
9
Vigasio
7
Feltre
6
Mestre
5
Belluno
5
Delta Rovigo
5
Chions
4
Montebelluna
4
Villafranca Vr
4
Este
3
Tamai
2
San Luigi
1
Adriese - Tamai
2-0
Belluno - Cjarlins Muzane
0-1
Caldiero - Montebelluna
1-0
Campodarsego - San Luigi
1-0
Cartigliano - Delta Rovigo
3-0
Chions - Feltre
2-3
Legnago Salus - Este
1-1
Luparense - Ambrosiana
2-0
Union Clodiense Chioggia - Vigasio
0-0
Villafranca Vr - Mestre
1-2