25 gennaio 2020

Sport

Chiudi

29.11.2019

Europei, l’Italia rischia la Francia e il Portogallo

Ci vuole uno scienziato per capire come funzionerà la pantomima del sorteggio che si svolgerà domani, alle 18, a Bucarest per definire la composizione dei gironi di Euro 2020, il primo campionato continentale errante o itinerante che dir si voglia. Si partirà da Roma il 12 giugno per arrivare a Londra il 12 luglio attraverso un tour che toccherà altre 10 sedi. Alla fase finale partecipano 24 nazionali, di cui 20 attraverso i gironi di qualificazione e 4 tramite gli spareggi aperti alle 16 vincitrici dei gironi di Uefa Nations League. Ma non si tratta d’un sorteggio integrale, tutt’altro, per via dei risvolti politici (la Russia non può incontrare l’Ucraina) e dei vincoli legati ai paesi ospitanti. Del gruppo B, ad esempio, conosciamo già 3 squadre: Danimarca e Russia, quali sedi di gara, oltre al Belgio in quanto unica testa di serie che non ospita incontri. La quarta sarà scelta fra Finlandia e Galles. A sua volta l’Ucraina s’è ritrovata con l’Olanda nel gruppo C non so dirvi in base a quale criterio. L’Italia, inserita nel gruppo A, non può incontrare le altre nazionali teste di serie (Belgio, Inghilterra, Germania, Spagna, Ucraina) e quelle in cui si gioca (Danimarca, Olanda, Russia). Ma, dopo aver vinto il girone di qualificazione a punteggio pieno con 10 successi, rischia di ritrovarsi con la Francia, inserita in seconda fascia al pari della Croazia, e il Portogallo, finito nella terza insieme alla Svezia. Clientela quanto mai scomoda: la Francia di Mbappè ha conquistato la Coppa del Mondo sulla Croazia di Modric e il Portogallo di Cristiano Ronaldo è campione d’Europa in carica. Quanto alla Svezia, le bruciature non si sono ancora rimarginate. Ci dicano gli organizzatori che senso avrebbe avuto, in questa eventualità, fare bottino pieno nel girone eliminatorio. Meglio pescare Svizzera o Polonia, Austria o Repubblica Ceca, Galles o Finlandia. Di positivo il fatto che gli azzurri giocheranno sempre a Roma il 12, il 17 e il 21 giugno, mentre gli avversari saranno di scena anche a Baku, capitale dell’Azerbaigian che non s’è qualificato. Altrimenti la nazionale azera avrebbe fatto compagnia all’Italia riducendo la pericolosità del girone. Facciamo un passo avanti e vediamo quale sarebbe il destino degli azzurri negli ottavi dopo aver ricordato che a questa seconda fase accedono le prime due d’ogni gruppo e le quattro migliori terze. Nel caso vincessero il girone, affronterebbero il 27 giugno a Londra la terza del gruppo C; nel caso arrivassero secondi, se la vedrebbero con la seconda del gruppo B. Più complicato prevedere il percorso in caso di approdo agli ottavi come una delle migliori terze. In soldoni l’emozione del sorteggio si limiterà alla collocazione di Francia, Croazia, Portogallo e Svezia. Ma non pensiate che sabato il cartellone sarà completo. Eh no. Ci saranno 4 “x” in attesa di conoscere l’esito dei 4 playoff fra le nazionali vittoriose nei loro gironi di Nations League. Un bel pasticcio. Per fortuna il progetto, voluto da Platini, è già stato messo in archivio dall’Uefa di Ceferin che l’ha ricevuto in eredità. Il ct olandese Koeman è stato durissimo: “Formula incredibile, assurda. Alla federazione ho chiesto se davvero devo andare in Romania per il sorteggio che non è un sorteggio”. Secondo il centrocampista belga De Bruyne “il format rischia di falsare la competizione e le regole sono uno scandalo”. Siamo solo agli inizi.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
48
Legnago Salus
41
Ambrosiana
38
Cartigliano
38
Luparense
37
Adriese
37
Union Clodiense Chioggia
37
Mestre
35
Feltre
34
Cjarlins Muzane
34
Este
32
Caldiero
31
Chions
30
Delta Rovigo
30
Belluno
27
Montebelluna
26
Vigasio
20
Villafranca Vr
17
San Luigi
17
Tamai
16
Adriese - Feltre
1-0
Ambrosiana - Cjarlins Muzane
3-0
Belluno - Delta Rovigo
1-2
Caldiero - Vigasio
2-1
Campodarsego - Este
2-2
Cartigliano - Montebelluna
1-1
Chions - Villafranca Vr
0-0
Legnago Salus - Mestre
0-0
Luparense - Tamai
1-0
Union Clodiense Chioggia - San Luigi
2-2