10 luglio 2020

Sport

Chiudi

07.10.2019

Stoccata Germani al Borgo Panica Piazza la fuga e agguanta il triplete

Lorenzo Germani (Team Work  Service Romagnano)  sul traguardo di Marostica. EURO GROTTO PHOTOGRAPHERIl podio della gara. EURO GROTTOGermani al traguardo
Lorenzo Germani (Team Work Service Romagnano) sul traguardo di Marostica. EURO GROTTO PHOTOGRAPHERIl podio della gara. EURO GROTTOGermani al traguardo

Luca Strapazzon MAROSTICA È Lorenzo Germani ad aggiudicarsi l’edizione numero 61 della Coppa Borgo Panica. Con un’azione in solitaria negli ultimi 15 chilometri, il laziale del team Work Service Romagnano anticipa tutti i concorrenti e va a vincere in solitaria. Per larga parte della corsa è la fuga di giornata a tenere la testa. Dopo 20 chilometri sono in tredici ad andare via, ma il gruppo dietro controlla. In particolare, sugli scudi è la Borgo Molino Rinascita Ormelle che si piazza davanti al gruppo e tiene la fuga ad una distanza di sicurezza in attesa che la corsa esploda. È ai -25 dal traguardo che la corsa si accende grazie all’azione del duo del Work Servic: Lorenzo Germani e Samuele Gimignani. I due riescono a uscire dal gruppo e in pochissimi chilometri si riportano sui cinque fuggitivi di giornata rimasti in avanscoperta: Emanuele Benedetti, Antonio Libardi, Eric Montagner, Tommaso Corsini e Lorenzo Galimberti. L’azione del duo del Work Service, però, prosegue imperterrita e ben presto Germani e Gimignani si trovano con una ventina di secondi di vantaggio dal gruppo nel frattempo ricompattatosi dietro di loro. L’azione sembra essere partita troppo presto per aver successo. Dietro, infatti, l’azione del Borgo Molino sembra produrre l’effetto desiderato perché all’ultimo passaggio sul traguardo di Borgo Panica il vantaggio del duo di testa è soltanto di una quindicina di secondi. Negli ultimi 10 chilometri, però, Germani si dimostra il più forte e non lascia appello agli avversari. Sulla strada verso Molvena il compagno di squadra e di fuga Gimignani si stacca lasciando Germani da solo. All’imbocco dell’ultima ascesa verso Pianezze, meno tre al traguardo, il vantaggio di Germani è di poco superiore al mezzo minuto mentre il gruppo, nelle prime rampe di salita ricuce su Galimberti. L’ascesa verso Pianezze sembra poter stroncare i sogni del fuggitivo, ma nonostante il forcing allo scollinamento il vantaggio è ancora di 24 secondi. Un tempo sufficiente per poter arrivare in solitaria a Marostica e alzare le braccia al cielo per la terza vittoria stagionale de laziale. Dietro di lui la volata è regolata da Edoardo Zambanini della Campana Imballaggi – Rotogal che riesce a resistere alla rimonta del vicentino Francesco Busatto del Breganze Wilier. Per il trentino un altro ottimo piazzamento dopo l’esperienza ai mondiali juniores nello Yorkshire. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca Strapazzon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno