27 febbraio 2020

Sport

Chiudi

21.01.2020

Schio, promozione a pieni voti E adesso c’è voglia di crescere

Un passaggio della gara Elite maschile. FOTO DONOVAN CISCATO/STELLA
Un passaggio della gara Elite maschile. FOTO DONOVAN CISCATO/STELLA

«I giudici ci hanno promossi a pieni voti, nei verbali non hanno scritto neppure una riga. È andata meglio di quanto potessimo immaginare». È raggiante Edoardo Sandri, presidente del gruppo sportivo Schio Bike che ha orchestrato i Campionati italiani di ciclocross andati in scena nell'area Campagnola. Un successo che fa entrare il tracciato e l'organizzazione scledense nella ristretta cerchia di quanti, a livello nazionale, possono ambire a traguardi più ambiziosi tra le ruote grasse. Una tappa della rinnovata Coppa del Mondo della specialità, ad esempio? Sandri non si sbottona neppure un po', ma è chiaro che si tratti di qualcosa di molto complesso: «Noi fino a questo punto siamo riusciti ad arrivare grazie ad una programmazione partita molti mesi fa e con tanti sacrifici da parte nostra per portare a casa un evento simile. Per pensare a qualche appuntamento di maggiore importanza serve una compagine ben diversa a livello di risorse economiche, di strutture di supporto e di personale impiegato, come la massima categoria internazionale richiede». Tornando al fine settimana tricolore, il bilancio è positivo su tutta la linea: «A cominciare dall'affluenza» commenta il responsabile del comitato organizzatore. «Nel corso delle tre giornate abbiamo sfiorato quota diecimila presenze mentre nella sola domenica fra pubblico, atleti e staff al seguito abbiamo contato cinquemila persone. Di certo siamo stati baciati dalla fortuna per quanto riguarda il meteo che ha sicuramente invogliato gli appassionati ad assistere alle gare, che hanno goduto anche di una ottima copertura Rai». E la manifestazione non è stata slegata dal territorio: «Siamo riusciti a coinvolgere tutte le realtà di Schio e voglio ringraziare ancora le istituzioni, le associazioni e i volontari che ci hanno dato una mano. Abbiamo ricevuto riscontri positivi dalle strutture ricettive che hanno beneficiato del grande seguito che ha questa disciplina (sono stati quasi mille gli atleti impegnati, ndr), molti hotel erano al completo». L'unico inconveniente è accaduto domenica mattina, quando il responsabile delle postazioni ha subito un incidente che lo ha messo fuori gioco: «Ma - confida Sandri - siamo riusciti a risolvere questo problema. La Federazione, gli atleti, le squadre e gli sponsor ci hanno fatto i complimenti per il percorso e per il contorno. Le vittorie conquistate da Davide De Pretto e Lucia Bramati sono state la perfetta conclusione di un'avventura senza dubbio da ricordare». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Vigonesi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno