12 dicembre 2019

Sport

Chiudi

14.08.2019

Pozzovivo choc «Hanno messo fine alla mia carriera»

Pozzovivo sulla sua bici durante il Giro d’Italia del 2018
Pozzovivo sulla sua bici durante il Giro d’Italia del 2018

COSENZA Un grido strozzato dal dolore - «hanno messo fine alla mia carriera» - lanciato per telefono alla persona amata dopo l’impatto devastante con un’auto. Domenico Pozzovivo, il ciclista della Bahrein Merida investito mentre si allenava sulle strade di Dipignano, ha subito chiamato la moglie per raccontarle quanto era successo. Sdraiato a terra, impossibilitato a muoversi per le fratture alla gamba destra e al braccio sinistro, in preda a dolori terribili, ha voluto sentire la voce della donna che da anni gli sta accanto per farle sapere che, comunque, era vivo. Ma già in quei momenti, nelle sue parole, era evidente l’incubo di dovere rinunciare all’altro amore della vita, la bicicletta. Pozzovivo, evidentemente, si è subito reso conto che le fratture subite non sono di poco conto e che a 36 anni, non è facile rimettersi in piedi dopo una botta così. L’atleta è stato operato l’altra sera dal primario del reparto di ortopedia dell’ospedale Annunziata di Cosenza Gualtiero Cipparrone. L’intervento alla gamba è andato bene. Secondo i medici può già muoverla e tra 15 giorni potrà mettersi in piedi. Più complessa, invece, la situazione del gomito che ha riportato una frattura pluriframmentata ed esposta. Il ciclista dovrà anche sottoporsi ad altri accertamenti. L’impatto con l’auto è stato frontale ed i medici vogliono escludere altri problemi. Per tutta la mattinata Pozzovivo è rimasto sedato. Al suo fianco Valentina Conte, la moglie, calabrese originaria di Cassano allo Ionio. «È dolorante ed è fuori pericolo ma la situazione è seria», ha spiegato. Domenico ha già chiesto di tornare a casa, a Morcote, nel distretto di Lugano. In questi giorni erano a casa di lei in attesa di trasferirsi con la squadra sull’Etna per la preparazione alla Vuelta. «Stavo facendo le valige», ha raccontato Valentina, «quando ho ricevuto la telefonata. Siamo contenti di quanto è stato fatto nell’ospedale di Cosenza ma adesso siamo in attesa del trasferimento e aspettiamo notizie dalla squadra. C’è bisogno di strutture sanitarie diverse per recuperare dal punto di vista atletico». E poi: «Sono sconvolta, nell’immediatezza ho fatto tutto quello che potevo fare ma adesso che sto metabolizzando mi sento male». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
38
Cartigliano
31
Legnago Salus
30
Mestre
29
Adriese
28
Ambrosiana
28
Feltre
27
Cjarlins Muzane
27
Union Clodiense Chioggia
26
Luparense
25
Delta Rovigo
24
Belluno
24
Chions
22
Este
22
Montebelluna
21
Caldiero
19
Villafranca Vr
14
Tamai
10
Vigasio
10
San Luigi
6
Caldiero - Campodarsego
1-1
Montebelluna - Union Clodiense Chioggia
1-1
Chions - Adriese
1-0
Delta Rovigo - San Luigi
3-1
Este - Cjarlins Muzane
2-3
Legnago Salus - Cartigliano
3-1
Mestre - Luparense
2-1
Tamai - Vigasio
0-1
Feltre - Ambrosiana
0-1
Villafranca Vr - Belluno
0-1