23 maggio 2019

Sport

Chiudi

15.04.2019

La Vicenza-Bionde parla russo Syritsa in fuga dopo il via a Malo

La volata vincente del russo Syritsa a Salizzole. PHOTOBICICAILOTTOLa partenza della Vicenza - Bionde a Molina di Malo. CASAROTTO
La volata vincente del russo Syritsa a Salizzole. PHOTOBICICAILOTTOLa partenza della Vicenza - Bionde a Molina di Malo. CASAROTTO

Enzo Casarotto MOLINA DI MALO Quindici giorni dopo laPiccola Sanremo di Sovizzo gli Under 23 si ripresentano nel Vicentino per la classica delle due Provincie, la Vicenza–Bionde che grazie all’ospitalità della Agco-Fender di Breganze con i dirigenti Stefano Andreosi e Andrea Visentini in prima fila, fa tappa in terra berica per le fasi preliminari di una manifestazione da sempre nel cuore degli appassionati vicentini e veronesi delle due ruote. Per l’edizione numero 75 si sono schierate al via 26 società per un totale di 158 partenti, con rappresentanze estere da Bielorussia, Slovenia, Russia, Austria e Gran Bretagna. Salta subito all’occhio l’assenza per turnover del vincitore dello scorso anno Giovanni Aleotti del Cycle Team Friuli. Alle 14.10 precise, dopo il trasferimento di 9,5 km del lungo serpentone ad andatura controllata da Breganze fino a Molina di Malo, la gara prende il via con il sindaco di Salizzole Mirco Corà ad abbassare la bandierina, per il primo dei 173 chilometri previsti. La tabella di marcia prevede in territorio vicentino il passaggio a Malo e poi sull’asperità di Priabona per poi dirigersi verso Castelgomberto, Trissino, Montecchio Maggiore e Alte, per lasciare definitivamente intorno al quarantesimo km la provincia berica dopo aver oltrepassato Montebello. Sul traguardo veronese le note dell’inno nazionale russo accompagnano il trionfo di Gleb Syritsa che, nel giorno del suo diciannovesimo compleanno, conquista la Vicenza-Bionde delle nozze di platino. Fisico aitante, domina la volata a tre che conclude una corsa avversata da pioggerellina alternata a piovaschi e, sempre, dal forte vento. Alla sua terza gara in Italia, Syritsa si aggiudica una classica con una condotta di gara autoritaria sin dai primi chilometri, quando è pronto ad entrare nella fuga di 19 atleti. (ha collaborato Renzo Puliero) ORDINE D’ARRIVO. 1) Gleb Syritsa (Lokosphinx), km 174 in 3.42’25”, media 46,939 km; 2) Filippo Baroncini (Beltrami Hopplà), 3) Gregorio Ferri (Zalf), 4) Matteo Zurlo (Zalf) a 17”, 5) Pasquale Abenante (Zalf). • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Enzo Casarotto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
73
U. Triestina
67
Imolese
62
Feralpi Salò
62
Monza
60
Sudtirol
55
Ravenna
55
L.r. Vicenza Virtus
51
Sambenedettese
50
Fermana
47
Ternana
44
Gubbio
44
Albinoleffe
43
Teramo
43
Vis Pesaro
42
Giana Erminio
42
Renate
39
Rimini
39
Virtus Verona
38
Fano A.j.
38
Albinoleffe - L.r. Vicenza Virtus
0-1
Fano A.j. - U. Triestina
1-0
Feralpi Salò - Pordenone
2-2
Fermana - Sambenedettese
1-3
Giana Erminio - Vis Pesaro
3-3
Gubbio - Virtus Verona
1-0
Ravenna - Imolese
3-3
Rimini - Renate
0-0
Sudtirol - Monza
0-3
Teramo - Ternana
0-0