23 maggio 2019

Sport

Chiudi

23.04.2019

Battistella fa suo il Belvedere Interrotto il dominio straniero

Il podio del Giro del Belvedere, corsa che da 81 anni mette in luce i migliori candidati al professionismo
Il podio del Giro del Belvedere, corsa che da 81 anni mette in luce i migliori candidati al professionismo

Dopo tre anni di dominio straniero la bandiera italiana torna a sventolare sul Giro del Belvedere, corsa internazionale per under 23 che da ben 81 anni mette in luce i migliori candidati al professionismo. La corsa di Villa di Cordignano (Treviso) è finita nel palmarès di Samuele Battistella, il ventenne di Rossano Veneto che da quest’anno corre per la formazione “primavera” della Dimension Data for Qubeka. Italiani anche gli altri due saliti sul podio: Giovanni Aleotti (Team Cycling Friuli) e Matteo Sobrero, compagno di squadra del vincitore. Così Battistella nei commenti del dopo gara: «Non è semplice imporsi in una gara così impegnativa e affascinante. La tattica di attaccare da lontano ha funzionato alla perfezione. Ho provato a mettere in difficoltà Aleotti in salita ma mi ha tenuto testa, allora ce la siamo giocata allo sprint. Questa è una delle gare del panorama U23 più importanti e riconosciute nel mondo, ci tenevo molto a ben figurare». E la sua bella figura l’ha fatta, dimostrando che le sei vittorie dell’anno scorso con la Zalf e le ripetute convocazioni in azzurro, l’ultima al Giro delle Fiandre Under, non sono state affatto regalate. Nel primo anello, da ripetere 12 volte, i protagonisti sono stati gli attaccanti, ovvero Samuele Zoccarato (Iam Excelsior) e Matteo Zurlo (Zalf), poi ripresi ad una manciata di chilometri dal circuito finale da altri 13 corridori. Ma la storia insegna che al Giro del Belvedere il momento della verità arriva sul Montaner, asperità affrontata da Borgo Canalet. È stato questo il ring nel quale Aleotti e Battistella se le sono suonate, dopo avere relegato tutti gli altri in posizioni arretrate. Aleotti non ha accusato i colpi portati dal vicentino, che pertanto ha dovuto dare tutto in volata. Dietro ai primi tre classificati sono giunti al traguardo Nicolas Prodhomme (AG2R) e Daniel Smarzaro (General Store), Rubio Reyes (Aran Cucine Vejus), Debons (Iam Excelsior), Piccot (Biesse Carrera), Casarotto (General Store) e Bais (Cycling Team Friuli). Ad applaudire Battistella c’era anche Renato di Rocco, presidente della Federazione Ciclistica Italiana. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Eros Maccioni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
73
U. Triestina
67
Imolese
62
Feralpi Salò
62
Monza
60
Sudtirol
55
Ravenna
55
L.r. Vicenza Virtus
51
Sambenedettese
50
Fermana
47
Ternana
44
Gubbio
44
Albinoleffe
43
Teramo
43
Vis Pesaro
42
Giana Erminio
42
Renate
39
Rimini
39
Virtus Verona
38
Fano A.j.
38
Albinoleffe - L.r. Vicenza Virtus
0-1
Fano A.j. - U. Triestina
1-0
Feralpi Salò - Pordenone
2-2
Fermana - Sambenedettese
1-3
Giana Erminio - Vis Pesaro
3-3
Gubbio - Virtus Verona
1-0
Ravenna - Imolese
3-3
Rimini - Renate
0-0
Sudtirol - Monza
0-3
Teramo - Ternana
0-0