01 aprile 2020

Sport

Chiudi

04.01.2020

Battaglin al fotofinish si accasa alla Bahrain

Enrico Battaglin con la nuova maglia della Bahrain McLaren
Enrico Battaglin con la nuova maglia della Bahrain McLaren

La foto ufficiale con la nuova maglia mostra un Enrico Battaglin mai così sorridente. Sprizza gioia. Perché stavolta se l’era vista brutta davvero. Dopo avere chiuso il suo rapporto con la Katusha Alpecin (oggi confluita nell’Israel Academy) il professionista vicentino con tre tappe del Giro nel palmarès è riuscito ad accasarsi fuori tempo massimo alla Bahrain McLaren. Le squadre di grande tonnellaggio definiscono gli organici entro l’autunno, più passano i mesi e più i portoni si chiudono. Battaglin viaggia in World Tour dal 2015, ma il suo 2019 è stato a dir poco sottotono, così la dura legge del mercato gli ha presentato il conto. Il lavoro del suo procuratore Moreno Nicoletti è diventato più duro del previsto. In novembre era stato tentato un approccio con la Groupama, senza esito. Poi finalmente la luce il fondo al tunnel, la Bahrain McLaren. I segni premonitori si sono avuti quando Battaglin è stato aggregato al recente ritiro del team emiratino. Ieri nei social del molvenese è comparsa finalmente la foto di lui con la maglia. «Sono entusiasta di entrare nel Team Bahrain McLaren - afferma -. Il 2019 non è stata la mia migliore annata, in questa stagione voglio tornare a dare il meglio di me stesso. Questa è la squadra perfetta per me». «Con Enrico la nostra formazione sale a 29 atleti, siamo lieti di accogliere un corridore versatile ed esperto come lui - è il commento del manager Rod Ellingworth -. Faremo del nostro meglio affinché possa esprimere il massimo del suo potenziale». Nel nuovo team Battaglin troverà fra gli altri Mark Cavendish, Sonny Colbrelli e Mikel Landa. Un altro Enrico è pronto a dargli il benvenuto a bordo, il meccanico Pengo, di Camisano. Mentre Battaglin festeggia, per Federico Zurlo sono ore di apprensione. Lui e Rebellin erano fra i corridori sotto contratto con l’ungherese E-Powers, rivelatasi un bluff totale. Per Rebellin, 49 anni, non è questione di vita o di morte. Zurlo invece di anni ne ha la metà e un telefono che non squilla è un grosso problema. Le opportunità di quattro mesi fa ora sono svanite. Al modesto Team Giotti Victoria da cui proviene le porte sono sempre aperte, ma la speranza è che si faccia vivo in extremis un Professional, ciò che spetterebbe a un corridore del suo valore. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Eros Maccioni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno