22 agosto 2019

Sport

Chiudi

08.08.2019

Un intero distretto diventa gialloceleste

La nuova maglia dell’Arzi con il marchio “Vera Pelle”.   FOTO MENEGUZZO
La nuova maglia dell’Arzi con il marchio “Vera Pelle”. FOTO MENEGUZZO

Nuova annata, nuova esperienza, nuova squadra e ovviamente nuove maglie. E’ stata presentata la casacca ufficiale con la quale l’Arzignano sfilerà nelle tappe del primo e storico tour di Serie C; tante le prove e gli esperimenti fatti per scegliere la soluzione migliore in vista del viaggio che vedrà la compagine di Colombo girovagare in lungo e in largo per l’Italia con i colori giallocelesti (la seconda maglia sarà bianca mentre la terza sarà nera: per dovere di cronaca va detto che le due casacche saranno presentate in occasione della tradizionale cerimonia di presentazione della squadra in programma il 9 settembre in piazza ad Arzignano) a farla da padroni. Per la precisione il giallo lo si trova in due bande laterali, mentre al centro la fascia azzurra dove balza immediatamente all’occhio il marchio “Vera Pelle” dell’unione nazionale industria conciaria. Non dunque il solito sponsor commerciale ma dietro a tutto un’idea con la quale il club arzignanese vuole rilanciare il settore conciario. IL PROGETTO CHILESE. «L’idea di proporre questo marchio –spiega il presidente Lino Chilese- è sorta a metà maggio in una serata conviviale passata con gli imprenditori e gli sponsor che hanno sposato il nostro progetto e che hanno dunque contribuito al raggiungimento dello storico approdo al calcio professionistico. Si tratta di una scelta con la quale vogliamo provare a valorizzare il distretto della pelle e più in generale un settore che nella nostra realtà è stato fondamentale». Ecco le parole sul tema del vicepresidente Renzo Lorenzi. «Questo logo unisce l’intero distretto della concia e quindi dalle aziende che producono i prodotti per lavorare le pelli, a quelle che fabbricano le macchine di lavorazione, alle concerie e ai terzisti. Una filosofia con la quale vogliamo rappresentare un settore importante nella nostra realtà e non una sola azienda». Detto della nuova maglia e della filosofia che sta alla sua base, Lorenzi sposta poi il tiro sui futuri obbiettivi dell’Arzignano. «Come società dobbiamo diventare il centro di riferimento per l’intero ovest vicentino e la nostra mission sarà quella di provare a far innamorare le persone ai nostri colori; stiamo già stringendo collaborazioni con diverse società e al centro del nostro progetto ci saranno ovviamente sempre i ragazzi da educare e formare». SACRIFICI. Venendo infine al sempre più imminente tra il calcio professionistico Chilese dimostra di avere idee molto chiare. «Per giungere a questo punto abbiamo fatto tutti assieme sacrifici enormi e la nostra volontà non è dunque quella di fare da semplice comparsa; è vero, disponiamo di un budget tutto sommato limitato ma grazie all’adesione all’azionariato diffuso di molti soci (il presidente punta di raggiungere a breve quota 50) stiamo creando una società con una base solida e un capitale sociale forte». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Meneguzzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1