27 giugno 2019

Sport

Chiudi

06.06.2019

Sostituzione di giocatori, è giallo Travettore retrocesso in Primavera

La squadra Aics del Travettore che è stata retrocessa dalla Federazione in categoria Primavera
La squadra Aics del Travettore che è stata retrocessa dalla Federazione in categoria Primavera

Scoppia il caso nel mondo Amatori e si arriva agli avvocati. È giallo, infatti, dopo la partita giocata lo scorso marzo tra le formazioni di Pro Albettone e Travettore. Quest’ultima è accusata di scambio di giocatore e falsificazione di documenti. «In data 26 marzo, la società Pro Albettone presenta reclamo nei confronti della società Travettore per presunta sostituzione di persona – si evince dal comunicato ufficiale dell’Aics Vicenza –. La commissione calcio sentite le parti convoca dirigenti e giocatori coinvolti per un confronto, nel quale è emerso che il giocatore S. R. non era presente sul terreno di gioco ma in sua vece era presente il giocatore D. B.. La Pro Albettone, a prova della contestazione, presenta foto della copia della carta d’identità, vidimata dall’Aics comitato di Vicenza, sulla quale sono riportati i dati di S. R. ma con la foto di D. B.. Il direttore di gara interpellato conferma che la documentazione presentata a sostegno della denuncia corrisponde a quella presentata al momento del riconoscimento dalla società Travettore». «Dalle nostre indagini e dagli incontri fatti è emerso che c’è un’incongruenza tra l’identità di chi è sceso in campo e il documento presentato – dichiara Tino Fagionato, responsabile della sezione calcio –. Abbiamo disposto una multa ai danni del Travettore e successivamente la retrocessione dalla categoria Élite alla Primavera. Ho sempre avuto ottimi rapporti con i dirigenti della società ma di fronte ad un illecito sportivo, mi devo muovere nel rispetto delle regole. Non è necessario, inoltre, che venga fatto reclamo perché nei casi di sostituzione di persona o di falsificazione di documento, la commissione può procedere d’ufficio su segnalazione». A seguito dei provvedimenti disciplinari, la società Travettore ha presentato ricorso presso il comitato regionale Veneto, il quale ha confermato il provvedimento, ed in seconda istanza al nazionale. «La commissione regionale ha immediatamente sentenziato, senza sentire le parti, confermando il provvedimento stabilito dalla commissione provinciale. Per questo si è proceduto per vie legali alla commissione nazionale – interviene l’avvocato Roberto Dissegna, legale a difesa della società Travettore –. La contestazione è nulla, la società non aveva alcun tipo di interesse a compiere il fatto in quanto già salva, lontana sia dalle ultime posizioni della classifica che dalla zona “scudetto”. Non aveva nulla da temere: nessuna volontà né necessità. Un’azione è comportata da una motivazione che in questo caso non c’è. Questa retrocessione comunicata d’ufficio, perciò, è nulla rispetto a quanto successo. Siamo in attesa di un riscontro da parte della commissione nazionale e sicuramente decreterà a favore. Non ci sarebbe motivo per il contrario». Nel frattempo, l’Aics di Vicenza comunica che «le motivazioni del provvedimento sono da valutare secondo i parametri del calcio amatoriale che da sempre considera lo sport come un mezzo che può trasmettere i valori dell’onestà e della sportività insiti nell’ideale dello sport amatoriale. Alla luce di quanto accaduto, dalla prossima stagione sportiva, il riconoscimento degli atleti avverrà esclusivamente con documenti originali e non più con le fotocopie vidimate». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Chiara Ferrante
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1