06 aprile 2020

Sport

Chiudi

07.11.2019

Plateolese segna ma per sbaglio e restituisce il gol

Un’immagine d’archivio del tecnico Luciano Marcolongo
Un’immagine d’archivio del tecnico Luciano Marcolongo

«Nel calco si può vincere e si può perdere, ma non ammetto l’antisportività». Queste le parole del tecnico Luciano Marcolongo dell’Academy Plateolese, formazione neopromossa in Prima categoria inserita nel girone F, che nella sfida di domenica scorsa contro la capolista Fontanivese San Giorgio è stato protagonista di un pregevole gesto di faiplay. Con il risultato che vedeva gli ospiti in vantaggio per 3-2 l’arbitro, dopo un’interruzione, ha fatto riprendere il gioco con la classica palla a due ed erroneamente l’attaccante Barco calciando un po' più forte del previsto e a causa anche del terreno viscido a seguito della pioggia battente ha trafitto il portiere avversario siglando di fatto il 3-3. Il direttore di gara dal canto suo non ha potuto far altro che convalidare la rete, ma la Plateolese ha immediatamente permesso agli avversari di realizzare un gol e di portarsi dunque nuovamente in vantaggio (per la cronaca il risultato finale è stato 3-5). «Ho sempre predicato il rispetto massimo per gli avversari, – spiega Marcolongo - avendo tra l’altro una formazione infarcita di giovani, preferisco perdere una gara piuttosto che essere protagonista di un gesto antisportivo». L’ex allenatore del Marola, che ha concluso l’attività di calciatore all’età di 40 anni vincendo il campionato di Terza con l’Arcugnano per poi sedersi subito in panchina. «Non esiste segnare in quel modo e penso che punti guadagnati così non cambiano la vita; i nostri avversari si sono complimentati con noi per il gesto fatto ma penso sia stato il minimo che potevamo e che dovevamo fare». Un gesto di sportività assoluta che giunge in una settimana nella quale, a seguito di quanto successo a Verona nella sfida tra l’Hellas e il Brescia di Mario Balotelli, è tornato a galla il problema legato al razzismo sul quale Marcolongo ha idee moto chiare. «“Sono nel calcio da una vita e non ho mai tollerato due cose: l’antisportività e il razzismo. Se vogliamo cambiare la mentalità, la cultura e combattere il problema le stesse società e noi allenatori dobbiamo iniziare a dare messaggi importanti: il compito non spetta ai giocatori, ma tutto deve partire da chi tiene in mano il volante. Il razzismo bisogna sconfiggerlo a partire dai settori giovanili e dalla scuola». Il tecnico non è nuovo a iniziative del genere visto che nel 2011, quando guidava il Marola, è stato protagonista di un caso praticamente similare: «Ricordo che un giocatore del Bertesina, per la precisione Jonathan Guerra, riportò un grave infortunio – rottura di tibia e perone - e anche se nel prosieguo dell’azione stavamo andando a segnare diedi l’ordine di fermare tutto vista la gravità dell’accaduto. In questo momento stiamo faticando per diversi motivi, non da ultimo i numerosi infortuni che hanno colpito alcuni giocatori chiave, ma sono convinto che questo gruppo abbia tutte le qualità per risalire la china e raggiungere l’obbiettivo stagionale che è la salvezza». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Meneguzzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno