18 aprile 2019

Sport

Chiudi

27.03.2019

IsolaSantomio, unione di forza

La formazione dell’Isola Santomio, nata quest’anno e che partecipa al torneo Elite dell’Aics
La formazione dell’Isola Santomio, nata quest’anno e che partecipa al torneo Elite dell’Aics

«Non sarà un’avventura». L’IsolaSanTomio, nuova formazione della massima serie Aics, promette un futuro. «Il nostro obiettivo è quello di mantenere l’Élite». La squadra, in realtà, è già nota nel mondo Amatori della provincia. È frutto, infatti, di una fusione tra l’Isola Castelnovo e il Malo/San Tomio, nate a metà anni ’80. «Tra maggio e giugno dello scorso anno abbiamo deciso di dare il via a questa unione – racconta Luca Mantovani, dirigente e giocatore dell’attuale società, dal ’93 parte dell’Isola Castelnovo –. Le difficoltà erano legate al numero di iscritti. Così abbiamo unito le forze, ci siamo trovati noi dirigenti e abbiamo raccolto idee e progetti. Anche nella scelta dello stemma abbiamo cercato di mantenere le origini: un pallone avvolto dai colori biancoazzurro (San Tomio) e rossoblù (Isola Castelnovo)». Accanto a Mantovani, i colleghi Marco Novello e Lorenzo Sartori insieme a Manuel Sola e Michele Zamperetti del San Tomio. «A ottobre abbiamo iniziato il nostro campionato in Élite, mantenendo la categoria dell’Isola. All’inizio qualcuno aveva espresso il desiderio di ricominciare dalla Primavera. Ma poi ha prevalso la maggioranza. Ora siamo in lotta salvezza, il nostro obiettivo per quest’anno». Allenamenti lunedì e giovedì nel sintetico di Isola, la partita in casa si gioca il sabato pomeriggio nel campo di San Tomio. «Ci appoggiamo a loro come società. Siamo molto legati alle nostre radici e alle squadre di provenienza, ma sentiamo il senso di appartenenza al gruppo neonato». Una quarantina di tesserati tra giocatori e staff, questi i numeri dell’IsolaSanTomio. «E di tutte le età. Dal più giovane di 25 anni allo storico del gruppo, Osvaldo Raffaello di 56 anni, estremo difensore e preparatore portieri. Con lui, a portare l’esperienza, Sartori, Bonato, Berlato e Stefani, con un passato in Figc». Gruppo vario, ma unito, guidato dal mister Nicola Lorenzi, neoacquisto. «Anche in passato, sono sempre nate delle amicizie proseguite fuori dall’orario calcistico. Abbiamo legato subito». Il timore era quello di non essere all’altezza. Il passato, infatti, è glorioso per tutti. L’Isola Castelnovo, guidato per oltre dieci anni dall’allenatore Moreno Aballo, ha vinto due campionati nel 2013 e nel 2017; il San Tomio nel giugno 2004 ha partecipato al “Torneo di maggio” raggiungendo le finali al Menti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Chiara Ferrante
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
68
U. Triestina
61
Feralpi Salò
58
Imolese
57
Sudtirol
55
Monza
54
Ravenna
53
Fermana
46
L.r. Vicenza Virtus
44
Sambenedettese
44
Vis Pesaro
40
Giana Erminio
40
Gubbio
40
Ternana
39
Teramo
39
Albinoleffe
37
Virtus Verona
37
Renate
35
Fano A.j.
34
Rimini
34
Imolese - Feralpi Salò
3-1
L.r. Vicenza Virtus - Gubbio
2-2
Monza - Rimini
3-0
Pordenone - Teramo
4-0
Renate - Giana Erminio
0-2
Sambenedettese - Albinoleffe
3-0
Ternana - Sudtirol
1-1
U. Triestina - Fermana
3-0
Virtus Verona - Ravenna
1-2
Vis Pesaro - Fano A.j.
1-0