04 giugno 2020

Sport

Chiudi

15.02.2020

«Il pallone d’oro come la ciliegina sulla torta»

Riavvolgiamo il nastro: nella passata stagione l’iniziativa del Giornale di Vicenza è stata accolta con grande partecipazione ed entusiasmo dalla comunità calcistica vicentina. Il 18 febbraio si riparte quindi da lì, da quella serata conclusiva in cui la passione per il pallone ha conquistato il palco di Villa Bonin, vestita a festa e piena di volti noti del panorama calcistico vicentino, ma soprattutto dei volti dei protagonisti pallonari delle nostre domeniche. E quest’anno il concorso sarà ancora più entusiasmante grazie anche tutta la parte social che seguirà il Pallone d’oro: l'invito è rivolto a giocatori e dirigenti a spedire filmati, di partite, allenamento, o vita di spogliatoio alla redazione o postare foto e video sui social, Instagram e Facebook, taggando il Giornale di Vicenza e utilizzando l'hashtag #pallonedoroVI IL PRESTIGIO. Alla fine il denominatore comune tra i vincitori dello scorso anno è stato proprio il nome. Sudato il successo di Andrea Munaretto, dell’Arzignano, che si è aggiudicato il pallone del metallo più pregiato, dopo un duello serrato con il compagno di squadra Filippo Fracaro e davanti al difensore della Calidonense Vittorio Mietto. LA BACHECA. Il cognome è Maita, ma il nome sempre lo stesso per il Pallone d’argento, premio assegnato al calciatore più votato tra Promozione e Prima categoria (mentre ricordiamo che quest’anno l’argento se lo contenderanno Prima e Seconda), mentre quello di Bronzo se lo è aggiudicato Andrea, ovviamente, Baggio. Quel pallone è prima di tutto un bel ricordo, come raccontano i protagonisti. Andrea Munaretto, difensore centrale classe 1992 che nella passata stagione ha vestito la maglia dell’Arzignano Valchiampo con cui ha conquistato la storica promozione del club biancorosso tra i professionisti. «Il Pallone d’oro è stata la ciliegina sulla torta di una annata memorabile – ha commentato l’ex giocatore dell’Arzignano – i ricordi indelebili sono quelli ovviamente vissuti ai miei compagni di squadra. Questa bella iniziativa del GdV è iniziata un po’ come uno scherzo, tra l’altro sono arrivato in fondo in un testa a testa con Filippo Fracaro, mio compagno di squadra. A me non piace molto apparire e ad un certo punto dicevo a Jessica, la mia ragazza, e alla mia compagnia di lasciare stare, ma loro sono testardi e alla fine… è stata un’altra bella soddisfazione». IN SERIE D. Quest’anno Andrea Munaretto non potrà di certo però essere tra i protagonisti dell’iniziativa del Gdv, visto che è tornato ad Este (PD), sempre in Serie D, dove comunque la quota vicentina è importante: oltre a lui, ci sono Filippo Fracaro, Stefano Pozza e Davide Pizzolato, oltre a mister Nicola Zanini e Gino Sterchele. «Purtroppo non c’è stata l’opportunità di fare il passo tra i professionisti con l’Arzignano – ha detto Andrea Munaretto – quindi sono tornato ad Este, società che mi ha sempre portato sul palmo della mano». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Anna Fabrello
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno