11 luglio 2020

Sport

Chiudi

26.10.2019

Giavenale, 10 giornate a Zanovello «Insulti discriminatori a fine gara»

Marco Zanovello quando non militava ancora nel Giavenale. ARCHIVIO
Marco Zanovello quando non militava ancora nel Giavenale. ARCHIVIO

In casa Giavenale è pioggia di squalifiche ma la società non ci sta. Il giudice sportivo, dopo aver letto il supplemento di rapporto al referto arbitrale, ha rilevato che al termine della partita i tesserati non giocatori del Giavenale (Terragin, Zambon e Gasparin) oltre ad un soggetto non identificato entravano nel terreno di gioco e si rivolgevano ad un calciatore del Molina pretendendo che quest’ultimo recuperasse il pallone scagliato fuori dal campo. Quindi ha deciso di sanzionare la società di casa con l’obbligo di disputare la prossima gara a porte chiuse (sanzione sospesa per un anno, in caso di recidiva in questo tipo di comportamenti verranno applicati i provvedimenti del caso). Ben dieci giornate sono invece toccate al giocatore del Giavenale Marco Zanovello colpevole di aver apostrofato il giocatore avversario, Antonio Galati Capraro, in maniera discriminatoria e rispondeva agli insulti offendendo a sua volta Zanovello. Come si legge dal comunicato il giocatore reiterava la condotta discriminatoria più volte sia sul campo di gioco sia durante il rientro negli spogliatori rivolgendosi anche in maniera provocatoria all’indirizzo dell’arbitro. Successivamente l’allenatore del Giavenale, Andrea Terragin, all’ingresso delle squadre negli spogliatori avvicinava l’arbitro chiedendogli di non riportare nel referto l’accaduto riconducendolo a cosa leggera; a fronte del diniego del direttore di gara si rivolgeva a questi in modo irriguardoso: per lui è scattata una squalifica fino al 4 novembre. Non ci sta a questa mazzata il club gialloblu. «Siamo tutti sorpresi dalle decisioni del giudice e personalmente sono allibito - dichiara il presidente Gastone Zanella -; ho sempre predicato a tutti i nostri atleti di avere correttezza massima nei confronti dell’arbitro, ma non accetto di essere trattato in questo modo. Una cosa del genere fa davvero male, sono nel calcio da tanti anni e penso che questa sia la sconfitta più amara rimediata: ho pure pensato di dare le dimissioni». «Ero presente alla gara ed è stata una partita come tante altre - continua il massimo dirigente - nessuno vuole negare che a fine match ci sia stato un battibecco alla pari di molti altri tanto che il tutto si è risolto all’interno del recinto di gioco: la squalifica comminata a Zanovello mi sembra davvero spropositata e ovviamente faremo ricorso. Finita la partita ero nel cancello d’ingresso e posso assicurare che non è entrato nessuno di non autorizzato; preciso che il nostro dirigente Gasparin è andato a raccogliere il pallone nel campo adiacente per poi fare ritorno e nulla più. Non riesco a capire come mai nel referto consegnatoci l’arbitro non abbia scritto nulla». Squalificato fino al 4 novembre il tecnico Terragin che afferma: «Alleno dal 1997 e una cosa simile non mi era mai capitata; al termine della partita ho accompagnato, come di mia consuetudine, fino alla porta dello spogliatoio l’arbitro il quale mi ha detto che avrebbe scritto tutto nel referto: a quel punto mi sono limitato ad annuire cosciente del fatto che qualunque cosa dicessi non avrebbe potuto cambiare nulla». Sei turni di stop forzato sono state inflitte a Davide Ceola (giocatore del Sovizzo che milita in Prima categoria) reo di aver tenuto una condotta particolarmente violenta e aver reagito per motivi futili. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Meneguzzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno