19 agosto 2019

Sport

Chiudi

02.12.2018

Giallocelesti all’erta col Cjarlins Muzane obiettivo vittoria

In bocca al lupo ad Angelo Lombardi, benvenuto Guido Parasecoli. L’Arzignano in dicembre è un po’ come la hall di un hotel, gente che va, gente che viene. Come previsto Lombardi, arrivato tra squilli di tromba in estate, è stato tagliato e ora c’è da capire se Di Donato utilizzerà il nuovo arrivato Pllumbaj nel suo ruolo (ma potrà giocare solo dal 23 dicembre) o se abbia richiesto un’altra ala sinistra. Intanto al gruppo si è aggiunto anche Parasecoli (nella foto), mezzala marchigiana del ’98 che Di Donato ha già allenato l’anno scorso alla Jesina dove ha giocato con continuità. Ma il mercato non deve distrarre dall’impegno odierno: al Dal Molin c’è da affrontare e cercare di battere il Cjarlins Muzane, cliente alquanto scorbutico che ha già creato problemi all’Arzi di Italiano che con gli udinesi ha impattato due volte. In avanti il Cjarlins è una squadra che segna molto, si affida all’insolita coppia sloveno-marocchina Smrtnik-Kabine ed è stata l’unica squadra ad aver battuto l’Adriese.«Sarà una gara difficilissima - spiega Di Donato - loro sono una squadra importante e anche molto fisica, bisognerà prenderli con le pinze. Noi veniamo da una buona prestazione a Trento ma non basta: dobbiamo iniziare a correre e il Cjarlins per noi è un banco di prova importante. La differenza la può fare il gruppo, intendendo tutti i venti giocatori, al di là dei valori individuali che abbiamo. Ormai abbiamo capito il campionato e le sue difficoltà, dobbiamo sempre essere alla pari degli altri in fatto di cattiveria. Odogwu? Sta facendo un grande campionato, anche l’anno scorso all’andata ha fatto solo due gol e poi nel ritorno è esploso: io lo vedo molto sereno, sta dando una gran mano alla squadra». Venendo al campo, giocherà la squadra che ha sbancato Trento con Maldonado al posto di Burato. •

Stefano Gobetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1