19 novembre 2019

Sport

Chiudi

03.10.2019

Di Gennaro, il crack e la promessa «Ci ritroveremo in zona playoff»

La parola crack nel mondo del calcio è ambigua: può indicare un giocatore che fa la differenza oppure replicare tristemente il rumore che fa un legamento quando si rompe. Edoardo Di Gennaro, attaccante 26enne del Cartigliano, riassume in sé tutte e due le accezioni: bomber implacabile in campo, con 60 gol fatti in biancazzurro fra Promozione e Serie D, ma anche vittima di un brutto infortunio quindici giorni fa con la rottura del crociato, dopo aver segnato il 3-0 nel match contro il Delta Porto Tolle. Di Ge, come lo chiamano tutti, era fino a quel momento capocannoniere del torneo e capitano del sorprendente Cartigliano capolista in Serie D. «Ho capito subito che l’infortunio era serio – racconta il giocatore – e quando mi hanno detto che si trattava del crociato ho faticato a trattenere le lacrime. Per uno come me, che vive per il calcio e che darebbe tutto per la maglia del Cartigliano, è stata una notizia difficile da accettare. Può sembrare “esagerato” reagire così, ma chi conosce la squadra e il gruppo di ragazzi che giocano a Cartigliano sa quanto sia dura dover rinunciare a vivere il campo e le domeniche insieme. Tutti, dai compagni fino ad ogni singolo membro dello staff, mi hanno fatto sentire la loro vicinanza e questo conferma una volta di più quanto il Cartigliano sia davvero una grande famiglia». Ma le manifestazioni d’affetto e gli auguri sono piovuti da ogni dove: sulla pagina Facebook del club sono arrivati centinaia di “in bocca al lupo” da parte di avversari, allenatori e tifosi. «Non mi aspettavo una simile quantità di messaggi – ammette il 26enne – ma posso dire che ringrazio tutti, perché mi stanno dando una grande forza. La mia famiglia e la mia fidanzata mi stanno vicino, mi supportano e se oggi guardo al futuro con ottimismo il merito è loro». I tempi di recupero sono lunghi ma, con la determinazione che contraddistingue Edoardo Di Gennaro, non è azzardato sperare di rivederlo in campo ad aprile. «I miei compagni mi hanno fatto una promessa: provare a restare in zona playoff fino al mio ritorno. Forse è troppo azzardato, forse no… Ad ogni modo cercherò di trascorrere più tempo possibile con loro, perché sono il loro capitano e voglio dare una mano anche senza giocare. Anche io ho fatto una promessa: quella di tornare più forte di prima». Adesso all’allenatore Alessandro Ferronato spetta il compito di trovare la soluzione giusta in campo, senza snaturare la squadra. «Non possiamo pensare che un giocatore possa stravolgere il nostro modo di giocare – dichiara l’allenatore – ovviamente potremo modificare qualcosa, lo faremo se ce ne sarà la necessità. I ragazzi stanno dando la loro disponibilità, stanno dando il massimo e tutti hanno lottato alla grande domenica scorsa. Siamo tutti consapevoli che l’assenza di Di Gennaro è pesante per adesso, cercheremo di farla diventare leggera con il contributo di tutti. Non va dimenticato che ho la fortuna di allenare calciatori con qualità e che i “sostituti” di Edoardo sono ragazzi di cui mi fido ciecamente». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alex Iuliano
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
31
Cartigliano
28
Adriese
25
Union Clodiense Chioggia
24
Legnago Salus
24
Cjarlins Muzane
24
Mestre
23
Luparense
21
Feltre
21
Chions
19
Este
19
Ambrosiana
19
Caldiero
18
Montebelluna
17
Delta Rovigo
15
Belluno
15
Villafranca Vr
12
Tamai
7
Vigasio
7
San Luigi
6
Ambrosiana - Caldiero
1-1
Belluno - Cartigliano
0-2
Campodarsego - Adriese
2-1
Cjarlins Muzane - Villafranca Vr
4-3
Delta Rovigo - Feltre
1-1
Luparense - Legnago Salus
2-3
San Luigi - Mestre
1-2
Tamai - Montebelluna
0-2
Union Clodiense Chioggia - Chions
3-2
Vigasio - Este
1-4