18 aprile 2019

Sport

Chiudi

01.02.2019

Chilese e l’allenatore «Di Donato, scelta ok Lo vorrei per 3 anni»

Il tecnico Di Donato ha totalizzato solo 5 punti in meno di Italiano, ma in un torneo più equilibrato
Il tecnico Di Donato ha totalizzato solo 5 punti in meno di Italiano, ma in un torneo più equilibrato

Meno cinque. È questa a fine gennaio la differenza di punti tra l’Arzignano di Italiano e quello di Di Donato. Un gap assolutamente fisiologico e spiegabile con il maggior equilibrio e competitività che regnano nel girone, dove Bari ammazza campionati non se ne vedono. E infatti un anno fa l’allora capolista Campodarsego veleggiava a quota 48, oggi l’Adriese ne ha 6 di meno. Dopo il giro di boa il presidente Lino Chilese traccia quindi un bilancio del cammino fin qui compiuto e le sue parole sono un elogio in primis del nuovo timoniere gialloceleste: «Di Donato ha raccolto l’importante eredità di Italiano e non era facile. Il ds Serafini è stato bravo ad indovinare la scelta di questo allenatore: dopo dieci minuti che ci siamo parlati ho capito che poteva essere la persona giusta per noi. Di Donato è un allenatore completamente diverso da Italiano - prosegue Chilese - Vincenzo era molto esigente verso la società e non era facile accontentarlo. Era uno che viveva il calcio in modo quasi morboso, senz’altro ci ha fatto anche crescere come società e per noi è un piacere che abbia raggiunto l’obiettivo di allenare in C. Daniele invece è un po’ più riflessivo, con lui c’è un’ottima sintonia, è una persona solare con cui è un piacere parlare. Poi quando si deve far sentire dai giocatori anche lui sa farlo benissimo. È uno che pretende molto dai ragazzi e devo dire che alcuni di loro, come Odogwu, li ha fatti crescere tanto, nei movimenti e dal punto di vista tattico. Il rinnovo di Di Donato? Penso sia solo questione di tempo». «Da parte nostra non ci sono problemi e se anche lui è contento di rimanere si potrebbe aprire un ciclo di due-tre anni». In casa gialloceleste dunque il campionato sta andando secondo i programmi. «Abbiamo messo paura all’Adriese dominando per 80’ da loro una partita che meritavamo di vincere - continua il presidente - certo ogni tanto commettiamo degli errori in difesa che ci complicano le gare. Per esempio prendiamo troppi gol su calci piazzati, pur avendo dei difensori centrali che non sono dei nani. Dobbiamo lavorare molto su questo aspetto e il mister lo sa, è una questione di cali di concentrazione. Nel girone di andata abbiamo avuto delle difficoltà e in certe partite non siamo riusciti ad esprimerci al meglio. Però siamo stati bravi a ricompattarci e ad uscirne: Di Donato è stato bravo a gestire anche quelle situazioni». Infine una provocazione al presidente: stando alle famigerate “chiacchere da bar” la società non vorrebbe realmente fare il salto in C perché troppo impegnativo da vari punti di vista, ma Chilese ribatte:«Intanto non vorrei nemmeno nominare quella parola perché porta male, poi noi siamo lì e cerchiamo di giocarcela. Io sono uno al quale piace vincere. Poi se dovessimo arrivare primi ci guarderemmo negli occhi e ragioneremmo sul da farsi, anche se è chiaro che la C è un campionato che costa tanto e sta mettendo in difficoltà molte città. Devono cambiare le regole in federazione altrimenti sarà sempre più un bagno di sangue». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefano Gobetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
68
U. Triestina
61
Feralpi Salò
58
Imolese
57
Sudtirol
55
Monza
54
Ravenna
53
Fermana
46
L.r. Vicenza Virtus
44
Sambenedettese
44
Vis Pesaro
40
Giana Erminio
40
Gubbio
40
Ternana
39
Teramo
39
Albinoleffe
37
Virtus Verona
37
Renate
35
Fano A.j.
34
Rimini
34
Imolese - Feralpi Salò
3-1
L.r. Vicenza Virtus - Gubbio
2-2
Monza - Rimini
3-0
Pordenone - Teramo
4-0
Renate - Giana Erminio
0-2
Sambenedettese - Albinoleffe
3-0
Ternana - Sudtirol
1-1
U. Triestina - Fermana
3-0
Virtus Verona - Ravenna
1-2
Vis Pesaro - Fano A.j.
1-0