25 febbraio 2020

Sport

Chiudi

16.01.2020

Cartigliano ok, pari con qualche rimpianto

Pareggio a reti inviolate per il Cartigliano. La squadra biancazzurra resta nella parte alta della classificaMichelotto ha colpito il palo all’inizio della ripresa. Poi lo scampato pericolo ha ridato slancio al Feltre
Pareggio a reti inviolate per il Cartigliano. La squadra biancazzurra resta nella parte alta della classificaMichelotto ha colpito il palo all’inizio della ripresa. Poi lo scampato pericolo ha ridato slancio al Feltre

Gianluca Da Poian FELTRE Solido e tosto il Cartigliano in campo ieri nel turno infrasettimanale. Anzi, anche bello specie nel primo tempo, dove di fatto manca solo il gol. Poi un palo di Michelotto e due legni dell’Union nella ripresa, dove i feltrini giocano meglio e sfiorano in qualche circostanza il possibile vantaggio. Sarebbe stata una punizione eccessiva per la squadra vicentina. Dunque terzo risultato utile consecutivo, mentre domenica al Fair Play si presenterà un Montebelluna bisognoso di punti salvezza. Squadra che vince non si cambia, recita il proverbio. Ferronato lo sa e, nonostante gli impegni ravvicinati, schiera quasi lo stesso undici vittorioso sul Villafranca sabato. Sole eccezioni la maglia di terzino sinistro consegnata al giovane Enrico Rossi, sostituto di Girardi, e il ruolo di portiere affidato a Pozzato. Gli avversari del Feltre vengono da un periodo negativo in casa - quattro sconfitte nelle ultime cinque partite - ma han l’entusiasmo a mille dopo aver espugnato 3-1 il Polisportivo di Belluno nel derby. Ex della sfida sono Murataj e Pellizzer, protagonisti al primo anno di serie D della società feltrina nel 2013-2014, quando ancora si chiamava Ripa Fenadora. I vicentini, guidati a centrocampo da un sontuoso Appiah, diventano quasi da subito padroni della sfida. L’attacco crea almeno quattro pericoli seri alla porta di Corasaniti, tra cui i più pericolosi li scocca Mattioli. Insomma, all’intervallo il Cartigliano ci va con grande rammarico. Avvio di ripresa e sembra non essere cambiato nulla. Infatti Michelotto fa scorrere un brivido lungo la schiena dei feltrini, cogliendo un palo quasi subito. Sembrava fatta, invece l’ennesimo pericolo scampato dà paradossalmente animo all’Union. E quello del numero 11 ospite sarà solo il primo di tanti legni. Il secondo lo coglie al 64’ Tonani, centravanti di casa la cui staffilata si stampa sulla parte alta della traversa. Splendida l’azione del possibile vantaggio casalingo, pregevole rifinitura di Tonani a servire Proia, sfera sul palo e poi sul fondo. Pochi cambi da una parte e dall’altra, Ferronato tra il 76' e il 78' toglie Michelon, Mattioli e Michelotto, mandando dentro Ronzani, Cacciotti e Marcolin, ma il risultato non cambia. •

Gianluca Da Poian
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno