12 dicembre 2019

Sport

Chiudi

13.08.2019

Bassi, torna il sorriso Dopo la rianimazione la vittoria più difficile

Il tecnico Roberto Bassi ha passato davvero una brutta avventura
Il tecnico Roberto Bassi ha passato davvero una brutta avventura

«In rianimazione ho cercato solo di pensare alle cose belle della vita: una di questa era il calcio». Queste le parole di Roberto Bassi, tecnico molto noto nel panorama calcistico vicentino, in ripresa fisica dopo circa un mese di tribolazioni per via di un attacco di un perfido batterio, a causa del quale ha rischiato seriamente di morire. Di partite e di campionati il 59enne di Noventa ne ha vinti parecchi, ma questa gara con la vita è stato senza dubbio il successo più importante della sua esistenza che ora riparte. dopo un naturale periodo di convalescenza, con un rinnovato vigore e un modo diverso di vedere la realtà di tutti i giorni. Andiamo allora a capire meglio il tutto facendoci aiutare dalle stesse parole del protagonista di questa vicenda che pare, per fortuna, essersi conclusa a lieto fine «Da un po' di tempo a questa parte soffro di coliche, a seguito però di un attacco avuto il 17 luglio e dopo essermi sottoposto a degli accertamenti, alla notte mi è salita improvvisamente la febbre a 40 e così il giorno successivo sono stato immediatamente ricoverato a causa di un’infezione dovuta ad un batterio (escherichia coli) nell’ospedale di Noventa». «Siccome la situazione con il passare delle ore si era aggravata a causa di questo batterio che mi aveva aggredito quasi l’intero organismo e i reni avevano perso la loro funzionalità, sono stato trasferito d’urgenza in rianimazione al San Bortolo». Quanti giorni è rimasto in rianimazione? Al mio arrivo a Vicenza le condizioni cliniche erano assai critiche e dopo qualche giorno sono stato trasferito in nefrologia dove sono rimasto fino al 6 agosto. Ricorda qualcosa di quei giorni tremendi? Sono sempre stato cosciente ma sinceramente non sapevo della gravità del mio quadro clinico. Ricordo che ad un certo punto in rianimazione ho iniziato a pensare alle cose belle della vita per trovare la forza di vincere questa battaglia e oltre alla famiglia anche il calcio mi è stato di grande aiuto. Ora come sta? Innanzitutto sono a casa e questo è già un bel punto di partenza, ovviamente la stanchezza si fa sentire ma qualche giorno fa ho mosso i primi passi; pare dunque che il peggio sia passato, grazie agli antibiotici i valori si stanno normalizzando, ma il prossimo importante step da superare sarà la visita del 22 agosto. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i medici e gli infermieri che mi hanno assistito, sono stati semplicemente fantastici; la mia vita era nelle loro mani e se ora posso parlare dell’accaduto il merito è tutto loro. La cosa curiosa di tutto ciò, se così si può dire, è il fatto che sono stato in Africa per molto tempo - Bassi infatti ha dato vita ad una scuola calcio in Guinea - senza mai prendere una dissenteria o un virus ed è invece capitato in Italia come potrebbe capitare a tantissime altre persone. Uscito - anche se non ancora totalmente - dalla tempesta, ora il tempo per “riposarsi” non sarà molto: il calcio e la nuova avventura da tecnico e da responsabile dell’attività di base all’Aqs Borgo Veneto ormai bussano alla porta con il sempre più imminente avvio della nuova stagione. «La società ha insistito per convincermi a non lasciare l’incarico quando ha saputo dei miei problemi fisici; al momento mi risulta ovviamente impossibile andare in campo, ma finché non mi sarò ripreso totalmente la squadra lavorerà agli ordini di un collaboratore con il quale mi confronterò quotidianamente per impostare il giusto percorso di allenamento». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Meneguzzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
38
Cartigliano
31
Legnago Salus
30
Mestre
29
Adriese
28
Ambrosiana
28
Feltre
27
Cjarlins Muzane
27
Union Clodiense Chioggia
26
Luparense
25
Delta Rovigo
24
Belluno
24
Chions
22
Este
22
Montebelluna
21
Caldiero
19
Villafranca Vr
14
Tamai
10
Vigasio
10
San Luigi
6
Caldiero - Campodarsego
1-1
Montebelluna - Union Clodiense Chioggia
1-1
Chions - Adriese
1-0
Delta Rovigo - San Luigi
3-1
Este - Cjarlins Muzane
2-3
Legnago Salus - Cartigliano
3-1
Mestre - Luparense
2-1
Tamai - Vigasio
0-1
Feltre - Ambrosiana
0-1
Villafranca Vr - Belluno
0-1