22 agosto 2019

Sport

Chiudi

07.08.2019

Bassano, c’è un secondo gradino da salire

Una delle prime immagini del Bassano che si è radunato a Sacro Cuore per l’inizio della preparazione
Una delle prime immagini del Bassano che si è radunato a Sacro Cuore per l’inizio della preparazione

Vincenzo Pittureri BASSANO Con alle spalle un anno zero da tritatutto (campionato e Coppa Veneto subito in bacheca al pronti via), Bassano insegue anche al piano di sopra un’altra stagione con lo status di regina firmando una seconda annata regale. Soltanto che se dodici mesi fa la concorrenza era più sfumata e lontana, ora le fuoriserie in pista sono almeno tre con Schio e Longare ad accompagnare il Bfc in prima fila. Sicchè nell’adunata dell’altra sera a Sacro Cuore, Bassano ha varato più che un robusto maquillage una vera e propria rivoluzione: 18 volti nuovi, organico praticamente rifatto e si fa prima a dire chi è rimasto del roster trionfale del passato torneo: il bomberissimo Garbuio, il torrenziale Battistella, tra l’altro neosposo, il fosforo di Xamin, le sentinelle di retroguardia Frasson e Bonaguro, i giovanotti razzenti Benetti e Ceccato e il folletto di colore Solomon. Tutto il resto è nuovo di pacca, anche se in realtà ci sono un mucchio di ritorni di giocatori svezzati nel vivaio. Tra questi Riccardo Baggio, nuovo totem del pack arretrato e Hakeem Calgaro, il Nembo Kid dell’area di rigore sono le figurine più pregiate. Al timone guida sempre Checco Maino, che di fatto di questa società risorta è l’uomo simbolo, colui che meglio di tutti incarna i valori del combattente di razza che non si arrende nemmeno spalle al muro. Normale che nell’estate del 2018 fosse lui l’icona designata del risorgimento del Bassano 1903 voluta dalla proprietà, un gladiatore assurto a emblema della riscossa. «Ci tengo innanzitutto a ringraziare i tanti ragazzi che lo scorso anno hanno vinto con noi e ora non ci sono più – argomenta il capoallenatore di Lusiana – li porterò sempre nel cuore. Dopodichè il presidente e gli altri soci vogliono vincere e giustamente non si nascondono. Ci si può arrivare in Eccellenza in vari modi, col balzo diretto, attraverso i playoff o passando per la Coppa regionale. Noi, uno dei tre lo vogliamo centrare, consapevoli che appunto Schio e Longare sono fortissime almeno quanto noi e che una squadra rivelazione spunta sempre prima o poi. Adesso la difficoltà maggiore è assemblare un team nuovo di zecca rintracciando rapidamente un’identità definita perché tempo non ce n’è. La lezione dello scorso anno è che occorre pazienza: dopo 3 gare ne avevamo perse 2 e per qualcuno dovevamo pensare a salvarci e invece ci siamo rialzati e a metà marzo avevamo già vinto aritmeticamente il campionato…». Al suo fianco anche il preparatore atletico Andrea Bellon dal Giorgione a completare lo staff composto dal vice Anastasio e dall’addestratore dei portieri Bin. Oltrechè ai neo ingressi nel settore giovanile di Gianni Guidolin e dell’ex Andrea Cantele. La novità semmai è costituita dal mental coach Nicola Basso, bassanese di Sant’Eusebio, nel passato collaboratore pure del Cittadella. All’allenamento d’apertura hanno presenziato anche gli ultrà del Gruppo Grappa a scaldare l’atmosfera con cori e fumogeni e alcuni Fedelissimi. «Sono tornato in giallorosso dopo 13 anni per portare questa squadra dove le compete – riflette Ricky Baggio – da bassanese (di San Vito, ndr) che ha indossato questa maglia in C è una missione». Telegramma del panzer Calgaro, uno del tridente atomico (gli altri sono Battistella e Garbuio). «Le pressioni non ci fanno paura – dice – umili e pedalare». Che poi è il poster dell’annata. •

Vincenzo Pittureri
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1