22 settembre 2019

Sport

Chiudi

07.05.2019

Arzignano, scudetto e poi Maldonado

Pllumbaj ha già vinto il titoloMaldonado in azione. STELLAUna delle reti segnate quest’anno da Pllumbaj che ha già vinto lo scudetto lo scorso anno con la Pro Patria
Pllumbaj ha già vinto il titoloMaldonado in azione. STELLAUna delle reti segnate quest’anno da Pllumbaj che ha già vinto lo scudetto lo scorso anno con la Pro Patria

È stato inDimenticabile ma adesso lasciateCi sognare ancora un po’. Terminata la regular season con la cifra tonda di 70 punti, per l’Arzignano non sono però terminati gli impegni ufficiali. Anzi si può dire che adesso viene il bello perché i giallocelesti saranno chiamati già da domenica prossima a sfidare le altre squadre campioni della quarta serie nelle finali nazionali che decreteranno la squadra che si fregerà dello scudetto di serie D e lo potrà apporre in bella mostra sulla maglia della prossima stagione. Come ben sa il puntero Ersid Pllumbaj che quest’anno nel girone di andata ha vestito la casacca della Pro Patria, scudettata dodici mesi fa. Questa volta poi le squadre partecipanti alla post-season sono di tale importanza e blasone (si va dal Como al Bari, dal Cesena alle eventuali Modena o Avellino) che sarà comunque un’esperienza da ricordare a lungo per i giocatori giallocelesti. ARRIVANO I LUMBARD. Come detto l’avventura tricolore partirà domenica dal Dal Molin (inizio ore 16) quando l’Arzi incrocerà lo schiacciasassi Como che quest’anno ha fissato il nuovo record di punti per un girone a 18 squadre in D: ben 89. La domenica successiva entrerà in scena la terza squadra del gruppo, il Lecco del vicentino Nicola Segato che giocherà contro il team che avrà perso il primo incontro o, in caso di pareggio, contro i ragazzi di Di Donato. Si qualificano alla final four, che si disputerà tra il 31 maggio e il 2 giugno (sedi da decidere tra Marche o Toscana), le vincitrici dei tre triangolari più la migliore seconda. Nella storia lo scudetto di serie D è già stato vinto da due formazioni vicentine. Il Valdagno di Diego Martinello, quando la competizione si chiamava Trofeo Jacinto, trionfò alla fine della stagione 1988/89 battendo 4-1 l’Acireale a Lumezzane mentre il Bassano di Bobo Sandri nel 2004/05 festeggiò battendo a Spoleto i campani del Real Marcianise. LA FORZA DEL GRUPPO. Terminati gli impegni ufficiali si potrà concentrarsi sulla rosa per la prossima stagione. Per adesso il ds Mattia Serafini preferisce non sbilanciarsi troppo sul volto del nuovo Arzignano targato serie C: «A bocce ferme ci troveremo per parlare con i ragazzi - spiega il giovane dirigente che ha lanciato Di Donato - adesso è prematuro. Diciamo che la nostra idea è quella di mantenere l’ossatura portante della squadra rinforzandola adeguatamente per sostenere un campionato con un livello più elevato come la C. La competitività si alzerà notevolmente e ci vorranno elementi di categoria, anche più di 5-6 per rinforzare la rosa. Poi è chiaro che perderemo giocoforza qualche protagonista di questa stagione». Tra i big che finalmente potranno cimentarsi con un campionato professionistico non si può non fare subito il nome di Luis Maldonado che, proprio in virtù del suo status di extracomunitario, avrebbe potuto fare il salto tanto ambito solo in caso di promozione conquistata sul campo con la sua squadra. È Sicuramente il primo con cui parlare di una riconferma. E poi pare difficile rinunciare a gente come Ferri, Bigolin, Valenti o Odogwu, solo per citarne alcuni. Di lavoro da fare ce n’è tanto ma Serafini guarda alla poule scudetto: «Per noi queste finali saranno un bel banco di prova e una bella vetrina, ci teniamo a far bene al 110 per cento. Domenica a Chions abbiamo fatto debuttare molti giovani che hanno fatto un’ottima prestazione e dimostrato di avere la giusta mentalità, buon segno». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefano Gobetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cartigliano
10
Ambrosiana
9
Union Clodiense Chioggia
8
Legnago Salus
8
Luparense
6
Campodarsego
6
Adriese
6
Feltre
6
Vigasio
6
Caldiero
6
Cjarlins Muzane
6
Belluno
5
Delta Rovigo
5
Montebelluna
4
Chions
4
Villafranca Vr
4
Mestre
2
Este
2
Tamai
2
San Luigi
1
Adriese - Tamai
Belluno - Cjarlins Muzane
Caldiero - Montebelluna
Campodarsego - San Luigi
Cartigliano - Delta Rovigo
Chions - Feltre
2-3
Legnago Salus - Este
Luparense - Ambrosiana
Union Clodiense Chioggia - Vigasio
Villafranca Vr - Mestre