18 aprile 2019

Sport

Chiudi

11.02.2019

Arzi piega San Giorgio grazie a... San Daniele

Un’azione offensiva corale dell’Arzignano Valchiampo che ieri ha trovato in Forte il suo trascinatore. Ha messo a segno la prima doppietta con la maglia gialloceleste
Un’azione offensiva corale dell’Arzignano Valchiampo che ieri ha trovato in Forte il suo trascinatore. Ha messo a segno la prima doppietta con la maglia gialloceleste

Stefano Gobetti ARZIGNANO Più che San Giorgio, San Daniele. L’Arzignano si sbarazza agilmente degli altoatesini e il protagonista di giornata è il “cobra di Foggia”, al secolo Daniele Forte. Finora il suo campionato era stato un po’ meno scintillante rispetto a quello super dell’anno scorso: qualche malanno fisico, qualche panchina. E soprattutto il gol che non arrivava più, dopo l’unico alla Clodiense in ottobre, lui che l’anno scorso ne aveva fatti 7. Contro i rossoneri della Val Pusteria invece Forte è stato l’uomo copertina, con una gran prestazione e la sua prima doppietta in gialloceleste. Nel primo tempo con il San Giorgio, chiuso 3-0, è sembrata una partita tipo di Coppa Italia, quando si affrontano squadre di categorie diverse. Mentre nella ripresa ha assunto le sembianze di un allenamento per provare schemi e situazioni. Col senno di poi è stata sin troppo facile ma tanto è stato dovuto all’atteggiamento mentale messo in campo dai Di Donato boys. L’Arzi dunque cala sul tavolo il tanto agognato poker: sia di vittorie consecutive che mancava da quattro anni, sia di gol di scarto agli avversari. L’ultimo successo così largo al Dal Molin era stato un altro 4-0 al Ravenna nel febbraio 2016, e ora la striscia positiva è a quota 8. Di Donato ripropone il 4-4-2 già ben testato in esterna mentre il San Giorgio prova a limitare i danni con il suo 4-5-1 e il solo Orfanello in avanti. Bigolin ci prova subito di testa da angolo (2’), poi Valenti esce per un malanno muscolare e dà spazio a Fracaro che sbloccherà l’incontro. Forte prova la botta deviata in corner (17’) e poi suggerisce per Odogwu in area sinistra: rasoterra smanacciato da Demets e Fracaro pronto a bollare a porta sguarnita (19’). Passano pochi minuti e gli altoatesini subiscono il 2-0. Maldo smista una punizione a Pllumbaj sulla destra che verticalizza in area per Bigolin che viene a contatto con Demetz in uscita. A occhio nudo pare che il centrale sia andato in cerca del contatto, l’arbitro fischia un rigore generoso e Maldonado è implacabile a firmare il raddoppio (22’). Cia prova una conclusione dal limite ma non trova la porta (27’), l’Arzi non concede praticamente nulla al San Giorgio. Odogwu scende bene sulla sinistra e centra per Pllumbaj che in area piccola spara in bocca a Demetz che ribatte (28’), poi dall’angolo l’inzuccata di Forte va di poco alta (29’). Il tris però è in arrivo: Spaltro dal fondo destro offre una palla deliziosa che Forte capitalizza sotto rete (31’). La gara è già virtualmente finita, non si capisce proprio come il modestissimo San Giorgio, che pure poco tempo fa ha piegato l’Adriese in casa sua (!), possa riaprirla. Anzi Forte potrebbe già fare doppietta al 37’ ma la sua incornata da angolo sbatte sulla traversa, poi Spaltro viene atterrato in area da Aichner: forse è più rigore dell’altro ma per l’arbitro è simulazione (39’). A fine tempo Vanzan scodella in area una punizione dalla trequarti e ancora Forte va a colpire di testa, guadagnando un angolo (45’). Nella ripresa il San Giorgio non produce accenni di reazione, anzi sembra che non veda l’ora di rimontare sul pullman per tornare a casa. Di Donato intanto fa rifiatare Spaltro e Maldonado e mette Burato terzino, Forte a dirigere il traffico e il bocia Antoniazzi sulla fascia sinistra. Al 18’ Vanzan crossa lungo per Pllumbaj che in area riesce a tenere la sfera ma poi la gioca male. Poco dopo Hoxha prova la botta da fuori e Demetz non trattiene, Odogwu tiene viva la palla che poi finisce sui piedi di Forte che da fuori manda una rasoiata all’angolino e firma doppietta e poker (22’). Il resto è solo accademia: ein prosit all’Arzignano e avanti così. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefano Gobetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
68
U. Triestina
61
Feralpi Salò
58
Imolese
57
Sudtirol
55
Monza
54
Ravenna
53
Fermana
46
L.r. Vicenza Virtus
44
Sambenedettese
44
Vis Pesaro
40
Giana Erminio
40
Gubbio
40
Ternana
39
Teramo
39
Albinoleffe
37
Virtus Verona
37
Renate
35
Fano A.j.
34
Rimini
34
Imolese - Feralpi Salò
3-1
L.r. Vicenza Virtus - Gubbio
2-2
Monza - Rimini
3-0
Pordenone - Teramo
4-0
Renate - Giana Erminio
0-2
Sambenedettese - Albinoleffe
3-0
Ternana - Sudtirol
1-1
U. Triestina - Fermana
3-0
Virtus Verona - Ravenna
1-2
Vis Pesaro - Fano A.j.
1-0