15 ottobre 2019

Sport

Chiudi

09.01.2019

Alte, Arcugnano, Telemar e S. Lazzaro sono da 8

Nicola Motterle (S. Lazzaro)Maurizio Montini, il “prof”Beppe Sammarco (Altair)
Nicola Motterle (S. Lazzaro)Maurizio Montini, il “prof”Beppe Sammarco (Altair)

La regola del tre. Potrebbe sintetizzarsi così il pensiero di Maurizio Montini attorno ai gruppi C ed E della Seconda categoria. Abbiamo chiesto all’esperto tecnico e profondo conoscitore del movimento calcistico vicentino il suo punto di vista sui due raggruppamenti. «Ritengo che nel girone C sta regnando grande equilibrio nella parte alta della classifica dove a farla da padrona sono attualmente l’Alte, la Giov. S. Stefano e l’Arcugnano: saranno loro a giocarsi la vittoria finale. I discorsi non cambiano molto nemmeno nel gruppo dove la capolista San Lazzaro è tallonata dalla Plateolese e dal Telemar San Paolo per un’altra appassionante corsa a tre». Ecco i voti delle compagini inserite nel gruppo C. Alte Ceccato (32 punti; 9 vittorie, 5 pareggi, 1 sconfitta). “I giallorossi stanno rispettando i pronostici che li vedeva come candidati alla promozione stando alla qualità di una rosa solida in tutti i reparti. Unico neo della splendida cavalcata che sta facendo l’Alte, se proprio dobbiamo trovarlo, sono i 5 pareggi che forse sono un po' troppi”. Voto: 8. Arcugnano (29 punti; 9 v, 2 p, 4 s). «Soprattutto dopo l’arrivo di un elemento valido come Maran, l’Arcugnano potrebbe creare qualche grattacapo all’Alte fino all’ultimo anche se dovrà trovare un po' più di equilibrio nel reparto difensivo; nel ritorno, infine, la squadra di Vicari dovrà fare attenzione agli scontri diretti». Voto: 8. Montecchio San Pietro. (28 punti; 8 v, 4 p, 3 s). «I neroverdi sono una compagine che è stata costruita molto bene: può essere la mina vagante del gruppo». Voto: 7.5. A.V. Chiampo (25 punti; 7 v, 4 p, 4 s). «La squadra di Faccin sta disputando un buon torneo e penso sia in linea con i programmi della società; potrebbe anche inserirsi per la corsa ai playoff». Voto 7. Lonigo (22 punti; 6 v, 4 p, 5 s). «Dopo la retrocessione, i leoniceni hanno allestito una rosa davvero giovane con la volontà di lavorare in ottica futura; a mio parere quest’anno il Lonigo sta disputando un campionato di transizione nel quale mettere basi importanti ». Voto: 7 Brendola (21 punti; 6 v, 3 p, 6 s). «Dopo una falsa partenza il Brendola con la nuova guida tecnica si è ripreso e nell’ultimo periodo ha ottenuto buoni risultati utili per rialzarsi in classifica». Voto: 6.5. Castelgomberto (18 puti; 5 v, 3 p, 7 s). «I rossoblu hanno chiuso il 2018 a metà classifica, stanno quindi disputando un campionato senza grosse problematiche ma sinceramente pensavo di trovarli in qualche piazza più in su». Voto: 6.5. San Vitale (17 punti; 5 v, 2 p, 8 s). «Come di tradizione il San Vitale dovrà lottare per centrare la salvezza ma ormai è abituato a questa corsa: anche questa volta ce la farà». Voto: 6.5 Ponte dei Nori (13 punti; 3 v, 4 p, 8 s). «La squadra di Soliman dovrà lottare fino alla fine con il coltello tra i denti per restare in Seconda ma penso che questo sia l’obiettivo prefissato». Voto: 6 Real Brogliano (12 punti; 3 v, 3 p, 9 s). «Per il Real vale il medesimo discorso fatto per il Ponte dei Nori: da qui alla fine dovranno correre per cercare di mantenere la categoria». Voto: 6. Gambellara (6 punti; 1 v, 3 p, 11 s). «Non è sicuramente mai facile ripartire dopo una retrocessione ma sinceramente non mi aspettavo di poter trovare il Gambellara così in basso ossia all’ultimo posto della griglia. La situazione è difficile ma non ancora del tutto compromessa anche se d’ora in avanti non potranno più permettersi il minimo passo falso se non vorranno retrocedere». Voto: 5. Via ora con i voti delle squadre inserite nel girone E. Serenissima San Lazzaro (34 punti; 10 v, 4 p, 1 s). «La formazione cittadina è stata costruita molto bene e sta tenendo fede alle aspettative della vigilia; la truppa di Motterle finora ha perso una sola volta e nel mercato di riparazione s’è pure ulteriormente rinforzata: hanno il destino nelle loro mani e solo loro possono perdere il campionato». Voto: 8. Telemar S. Paolo Ariston (31 punti; 9 v, 4 p, 2 s). «Ritengo che la squadra di Maggi finora sia stata la vera sorpresa del girone: se continuerà a tenere il passo delle prime 15 gare potrebbe anche insidiare il San Lazzaro alla corsa al trono». Voto: 8 Bp 93 (26 punti; 8 v, 2 p, 5 s). «Penso che a pesare nell’economia del cammino si qui fatto dai rossoblu siano le troppe sconfitte subite: sono comunque convinto che il Bp abbia le carte in regola per rientrare nella corsa ai playoff ma dovrà fare attenzione a non commettere altri passi falsi». Voto: 7. Spf (23 punti; 6 v, 5 p, 4 s). «Bellon e compagni stanno disputando un campionato di medio-alta classifica e si stanno davvero ben comportando anche oltre le aspettative». Voto: 6.5. Fides (21 punti; 5 v, 6 p, 4 s). «Penso che il ruolino di marcia tenuto dalla Fides sia in linea con gli obbiettivi societari». Voto: 6.5. Maddalene (21 punti; 5 v, 6 p, 4 s). «Da qualche anno a questa parte i gialloblu stazionavano in pianta stabile nelle zone nobili della graduatoria ma nel torneo in corso stanno facendo meno del previsto viste anche le qualità della rosa che potrebbe comunque staccare un biglietto per i playoff». Voto 6-. Lampo (17 punti; 5 v, 2 p, 8 s). «Presentatasi ai nastri di partenza con una storia recente in categoria, finora s’è fatta valere e si sta ben comportando anche se comunque dovrà continuare a lottare». Voto 6. Isola Castelnovo (14 punti; 4 v, 2 p, 9 s). «I rossoblù erano partiti con buone ambizioni ed invece sono inguaiati nella zona rossa: per salvarsi l’Isola dovrà cambiare marcia». Voto: 5.5. Motta (14 punti; 3 v, 5 p, 7 s). «Dopo un momento di difficoltà culminato anche con l’avvicendamento tecnico, Bruni e compagni si sono ripresi e fino alla fine se la giocheranno per la salvezza». Voto: 6. Quinto Vicentino. «Personalmente mi aspettavo molto di più dalla compagine biancorossa; anche se la prima parte dell’anno non è andata bene le qualità in rosa per risalire ci sono e possono quindi salvarsi». Voto: 5. Grumolo. «La squadra di Dal Lago, giunto a stagione in corso, finora ha faticato ma se i nuovi arrivati riusciranno ad inserirsi bene penso che nel girone di ritorno potranno dire la loro in chiave salvezza». Voto: 5. Altair. «Salvarsi senza ottenere nemmeno una vittoria è assai dura: la situazione della squadra gialloblu non è assolutamente facile, la società ha optato anche per il cambio di allenatore affidandosi all’esperienza di Sammarco e servirà senza dubbio un repentino cambio di marcia nel girone di ritorno visto il ritardo dalle altre». Voto 5-. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Meneguzzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cartigliano
17
Luparense
16
Campodarsego
16
Adriese
15
Union Clodiense Chioggia
14
Caldiero
14
Ambrosiana
13
Legnago Salus
12
Cjarlins Muzane
12
Mestre
11
Feltre
10
Este
10
Vigasio
10
Belluno
9
Delta Rovigo
9
Chions
8
Villafranca Vr
8
Montebelluna
5
Tamai
3
San Luigi
1
Ambrosiana - Belluno
2-1
Montebelluna - Villafranca Vr
0-0
Cjarlins Muzane - Campodarsego
2-4
Delta Rovigo - Legnago Salus
2-0
Este - Chions
2-1
San Luigi - Adriese
1-6
Tamai - Cartigliano
2-2
Union Clodiense Chioggia - Luparense
1-1
Feltre - Caldiero
1-1
Vigasio - Mestre
1-2