18 agosto 2019

Sport

Chiudi

14.06.2019

Una Serie A a trazione veneta Doppio derby per l’Arzignano

Tifosi biancorossi in festa. Adesso la Serie A è da difendere
Tifosi biancorossi in festa. Adesso la Serie A è da difendere

Mentre le corazzate Acqua&sapone e Pesaro si stanno giocando lo scudetto in una serie finale intensa ed emozionante, in casa Arzignano si guarda alla geografia della prossima serie A che tornerà ad essere composta da 16 squadre e vedrà tante novità rispetto allo scorso campionato. Non è ancora deciso il giorno di partenza, ma stando ai rumor la serie A dovrebbe partire il 14 di settembre col giro di boa del girone di andata previsto per il 28 dicembre. Il ritorno scatterà invece il 4 gennaio per chiudersi il 25 aprile con ben cinque turni infrasettimanali a cui si aggiungeranno anche le sfide di Coppa della Divisione la cui final four è prevista per il 29 febbraio e il primo di marzo, giusto un mese prima delle finali di Coppa Italia la cui formula di qualificazione potrebbe cambiare fermo restando che parteciperanno otto squadre. Snocciolate le date principali della prossima stagione che assegnerà il tricolore tra maggio e giugno ad Arzignano si conoscono i nomi delle prossime avversarie per un torneo largo che non mancherà di regalare brividi ed emozioni. Saranno cinque le nuove avversarie dei ragazzi di mister Lopez, col solo Petrarca Padova già affrontato lo scorso anno nella sfida di coppa della Divisione che sorrise ai patavini. Petrarca che con l’Arzignano e la Came Dosson riporta in A un trio tutto veneto dopo molti anni col debutto del Mantova nella massima serie che vale una trasferta comoda per i tifosi berici. Nel centro Italia confermati i marchigiani del Pesaro e il duo abruzzese composto da Acqua&sapone e Civitella. Tris di squadre dalla regione Lazio che si conferma in A con Real Rieti e Latina e da il benvenuto ai neopromossi del Lido di Ostia; matricole come come gli avellinesi del Sandro Abate Five Soccer vittoriosi nei play off di A2 che portano a tre il numero di team campani con Napoli e Feldi Eboli. L’ultima new entry è quella del CMB Grassano, formazione di Matera che si presenta in serie A dopo una grande stagione di A2. Trasferta lunga in casa del team della Basilicata ma non quanto quelle in Sicilia contro Catania e Maritime Augusta.

Stefano Testoni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1